NIGHTMARE 4 – IL NON RISVEGLIO

Valutazione
Discutibile, Sgradevolezze
Tematica
Genere
Fantastico
Regia
Renny Harlin
Durata
88'
Anno di uscita
1989
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
A NIGHTMARE ON ELM STREET 4: THE DREAM MASTER
Distribuzione
Columbia Tri Star Films Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Brian Helgeland, Scott Pierce William Kotzwinkle, Brian Helgeland
Musiche
Graig Safan
Montaggio
Michael N. Knue, Chuck Weiss

Sogg.: William Kotzwinkle, Brian Helgeland - Scenegg.: Brian Helgeland, Scott Pierce - Fotogr.: (normale/a colori) Steven Fierberg - Mus.: Graig Safan - Montagg.: Michael N. Knue, Chuck Weiss - Dur.: 88' - Produz.: Robert Shaye, Rachel Talalay - Vietato ai minori degli anni quattordici

Interpreti e ruoli

Robert Englund (Freddy Krueger), Rodney Eastman (Joey), Danny Hassel (Dan), Andras Jones (Rick), Tuesday Knigat Ken Sagoes (Kristen), Lisa Wilcon (Kincaid), (Alice)

Soggetto

il piccolo centro di Sprinwood negli Stati Uniti è funestato dal ricordo di un maniaco omicida, Freddy Krueger, uccisore di bambini, bruciato vivo nella propria abitazione dai genitori delle vittime. La giovane Kristen è l'unica superstite di quegli orrori, ma vive tuttavia ossessionata da sogni-incubo, in cui il mostro riappare vendicativo sullo sfondo delle macerie bruciacchiate di quella che era stata la sua abitazione, terrorizzando la ragazza, che non riesce più a dormire la notte, né a vivere di giorno la sua normale vita familiare e scolastica. Quando infatti nell'incubo chiede aiuto al fratello o a qualcuno degli amici, anch'essi si trovano coinvolti nei sogni spaventosi di Kristen, riportandone inspiegabilmente effetti fisici veri, che vanno da traumi, contusioni, ferite fino alla morte reale, in apparenza attribuibile a cause naturali. Dopo la morte di due di essi, Kristen e l'amica Alice tentano per sconfiggere il mostro il "Dream Master" ciòe una specie di sperimentazione di un metodo onirico positivo, che consiste nell'imporsi di immaginare serene composizioni di luogo in cui ambientare i propri sogni, al fine di vincerne l'incubo con la determinazione e la volontà. Vi riuscirà Alice. a colpi di karaté, provocando una lacerazione nella struttura invulnerabile del mostro, seguita da una violenta esplosione, che sembra segnarne la fine. Ma qualche tempo dopo l'ombra del mostro riappare non vista da Kristen e dal fidanzato Dan nell'acqua di una fontana, proprio durante una passeggiata in un parco.

Valutazione Pastorale

commistione di elementi nevrotici e ipnotici ed elementi onirici, elementi magici e paranormali con fatti reali il film presenta in effetti cose assurde e strampalate, ma le presenta con virtusismo tecnico e dovizia di effetti speciali talvolta riuscitissimi. Per quanto la sua accennata confusione renda quasi inafferrabile una qualche indicazione di significati, è tuttavia possibile cogliere nel film, oltre la suggestione dell'ignoto e dell'inesplicabile anche il riferimento all'esistenza del male e di un male ineluttabile, proprio perchè inavvertitamente risorge dopo ogni apparente sconfitta.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film