NIGHTMARE BEFORE CHRISTMAS ***

Valutazione
Accettabile, Brillante
Tematica
Film per ragazzi
Genere
Film d'animazione
Regia
Henry Selick
Durata
76'
Anno di uscita
1994
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
TIM BURTON'S - THE NIGHTMARE BEFORE CHRISTMAS
Distribuzione
Buena Vista International Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Caroline Thompson basato sulla storia e i personaggi creati da Tim Burton
Musiche
Danny Elfman
Montaggio
Stan Webb

Sogg.: basato sulla storia e i personaggi creati da Tim Burton - Scenegg.: Caroline Thompson - Fotogr.: (panoramica/a colori) Pete Kozachik - Mus.: Danny Elfman - Montagg.: Stan Webb - Dur.: 76' - Produz.: Tim Burton, Denise Di Novi

Soggetto

nel villaggio di Halloween mostri e mostriciattoli festeggiano l'ennesima notte di spaventi, ma il loro capo, Jack Skeletron, non è soddisfatto. Vagabonda tra le lapidi e gli alberi intisichiti seguito dal fedele cane-fantasma Zero e da Sally, la bambola di stracci che lo ama in segreto ed è frutto di un esperimento del dottor Finklestein, lo scienziato folle del villaggio. La scoperta, nel tronco di un albero, dell'ingresso al villaggio del Natale, tutto colori, luci, gente allegra e bimbi festosi, nonchè la vista di Babbo Natale, che lui scambia per una grossa aragosta, ribattezzandolo "Babbo Nachele", colpisce profondamente Jack, che decide di far rapire il carismatico personaggio per sostituirlo. Fa quindi fabbricare una quantità di giocattoli in stile Halloween alla sua gente, e ordina a Finklestein di fargli tre scheletriche renne che su una slitta funebre lo trasportino in volo sul villaggio del Natale. Sally, che ogni tanto tenta di sfuggire allo scienziato mettendogli sonnifero nel minestrone, segue in apprensione i preparativi di Jack, certa che non ne verrà niente di buono. Fatto catturare Babbo Nachele, Jack lo sostituisce, elargendo quelli che per lui sono deliziosi mostriciattoli, ma che atterriscono i bambini e provocano addirittura l'abbattimento a cannonate della slitta. Pentito e deluso, torna per liberare Babbo Nachele, cui si è aggiunta Sally, accorsa invano a liberarlo dalle grinfie dell'orrendo Bau Bau che viene sconfitto da Jack in epica tenzone. Grato, Babbo Nachele regala al grigio paesaggio di Halloween la bianca magia della neve, mentre Jack si accorge finalmente dell'amore di Sally.

Valutazione Pastorale

tra il surreale ed il grottesco, le originali e anticonformistiche favole di Tim Burton, affascinano lo spettaore per la sapiente miscela di humor nero e di horror che prende in giro sè stesso, ma soprattutto per la qualità e la visionarietà dello spettacolo allestito in maniera intelligente, a tratti graffiante, sempre stimolante, accompagnato tra l'altro da splendide canzoni, che il doppiaggio di Renato Zero rende coinvolgenti anche in italiano. I pupazzi animati conferiscono all'azione uno spessore realistico impensabile per i disegni, e il gioco di luci ed ombre, la profondità di campo, la cura minuziosa dei particolari, la girandola di trovate a volte sentimentali, a volte esilaranti, sempre sostenute da una scenografia sorprendente, conferiscono al film qualità tali da porlo ai vertici del genere. Le eventuali riserve che personaggi come Bau Bau potrebbero suscitare per la loro ripugnanza vengono esorcizzate dal chiaro contesto grottesco ed ironico del tutto, nonchè dal ravvedimento di Jack, che si convince che mescolare Natale ed Halloween non è proprio possibile. N.B. Il film è preceduto dal cortometraggio "Frankenweenie", uno “special“ realizzato nel 1984 da Tim Burton sulle vicissitudini esistenziali del cagnolino Sparky.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film - SerieTV