OPTIONS (Contratti)

Valutazione
Accettabile, Semplice
Tematica
Genere
Farsesco
Regia
Camilo Vila
Durata
90'
Anno di uscita
1989
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
OPTIONS
Distribuzione
Titanus Distribuzione
Soggetto e Sceneggiatura
John J. Strauss, Edward Decter Edward Decter, John J. Strauss, Paul Schneider, Stephen Doran
Musiche
Roger Bellon
Montaggio
Cristopher Greenbury

Sogg.: Edward Decter, John J. Strauss, Paul Schneider, Stephen Doran - Scenegg.: John J. Strauss, Edward Decter - Fotogr.: (normale/a colori) Tony Imi, James Robb - Mus.: Roger Bellon - Montagg.: Cristopher Greenbury - Dur.: 90'- Prod. Vestron Pictures, Silver Lion Film

Interpreti e ruoli

Matt Salinger (Donald Anderson), Jovanna Pacula (Nicole), John Kani (Jonas), Danny Keogh (Philippe), Tobie Cronje (Rajid), Bobby Unser (Unser), Susan Anton (Susan), James Keach, Eric Roberts

Soggetto

una società di New York ha affidato al giovane Donald Anderson il compito di acquisire contratti con gente interessante in ogni campo, per poi realizzare film televisivi. Un bel colpo si prospetta nello Zambia, dove Nicole, principessa belga di sangue reale, ha abbandonato tutti per studiare gli elefanti e vivere con loro. Donald parte subito, ma si trova coinvolto in rischiosi imprevisti: la grintosa donna non solo respinge duramente l'idea di un qualsiasi contratto e la stessa presenza di lui, ma viene sequestrata dall'ex-marito Philippe, che ne chiede il riscatto alla famiglia. Donald deve vedersela con guardie corrotte, con Philippe e con gli indigeni, i quali hanno catturato lui e poi Nicole, ritenuti cacciatori di frodo, oltre che con gli imprevisti fra boschi insidiosi e montagne. Naturalmente avrà la meglio, poiché l'ex-marito si allontana appena ricevuti dall'Europa i soldi dei riscatto, mentre lui e la graziosa ragazza convolano a nozze. L'opzione, anche se firmata in extremis da Nicole, è annullata davanti agli esterrefatti dirigenti di Donald, che ha preferito i confetti ed un'avvenire ben diverso.

Valutazione Pastorale

storia anemica, più sempliciotta che semplice, con avventurette e sciocchezzuole varie, condotta con toni sul farsesco, ma con ritmi alla stracca. Si è voluto visibilmente fare il verso ai film di avventura, ma i personaggi non sono che figurine appena abbozzate e senza il minimo peso, gli indigeni sono di maniera e la cornice africana pure. Per fortuna il film è pulito e inoffensivo.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film - SerieTV