OSCAR – UN FIDANZATO PER DUE FIGLIE

Valutazione
Accettabile, Brillante
Tematica
Genere
Farsesco
Regia
John Landis
Durata
116'
Anno di uscita
1991
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
OSCAR
Distribuzione
Warner Bros Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Michael Barrie, Jim Mulholland tratto dalla commedia "Oscar" di Claude Ragnier
Musiche
Elmer Bernstein
Montaggio
Dale Beldin

Sogg.: tratto dalla commedia "Oscar" di Claude Ragnier - Scenegg.: Michael Barrie, Jim Mulholland - Fotogr.: (panoramica/a colori) Mac Ahlberg - Mus.: Elmer Bernstein - Montagg.: Dale Beldin - Dur.: 116' - Produz.: Leslie Belzberg

Interpreti e ruoli

Sylvester Stallone (Angelo "Snaps" Provolone), Ornella Muti (Sofia Provolone), Marisa Tornei (Lisa Provolone), Vincent Spano (Anthony Rossano), Elizabeth Barondes (Theresa), Tim Curry (Thornton Pool), Joycelyn O'Brien (Nora), Don Ameche, Peter Riegert, Chazz Palminteri, Yvonne De Carlo, Kurtwood Smith, Martin Ferrero, Harry Shearer

Soggetto

nel 1931 Angelo Provolone, detto Snaps, sposato con Sofia e padre di Lisa, capo di un'importante banda di gangster, è costretto a giurare al padre morente che tornerà ad essere onesto. Perciò, abbandonate le sue lucrose attività, cerca di allearsi con un gruppo di importanti banchieri, per entrare nella legalità. Ma proprio nel giorno in cui deve avvenire in casa Provolone questo contratto, si scatena intorno a Snaps una serie di avventure sorprendenti. Per primo giunge il giovane contabile di Angelo, Anthony Rossano, il quale chiede di sposare la figlia del boss, rivelando di averlo derubato di grosse somme, che però intesterà alla moglie, nel giorno delle nozze. Furibondo, Provolone ha un colloquio con Lisa, che in realtà ama Oscar, l'autista di famiglia, ma vuole sposarsi solo per sfuggire alla rigida disciplina paterna, e, per costringere il padre ad acconsentire, si dichiara incinta, il che è falso. Ma Oscar è intanto fuggito lontano, e Provolone è convinto di dover trovare d'urgenza un marito qualunque, per salvare l'onore di Lisa. Poi giunge la sconosciuta Theresa, che dice ad Angelo di essersi spacciata per sua figlia con Anthony Rossano, il quale vuole quindi sposare lei, e non Lisa. Mentre si svolge in casa per colpa degli imbranati scagnozzi di Snaps, un ripetuto scambio fra tre valigie identiche, due delle quali piene di valori ingenti, Lisa conosce il professor Thornton Poole, insegnante di glottologia, e rapidamente se ne innamora, ricambiata e la cameriera Nora se ne va invece per sposare il milionario Bruce Anderson. Giunta la nuova domestica, Provolone riconosce in lei un'antica fiamma, dalla quale scopre di aver avuto molti anni prima una figlia, che è proprio Theresa. Intanto, per complicare le cose, la polizia, che sospetta che Provolone, in pieno svolgimento di un grosso colpo illegale, irrompe in casa sua, mentre si svolge l'incontro coi banchieri, che si stanno rivelando assai più disonesti del gangster. Provolone decide allora di fondare una società propria, in cui avrà l'aiuto di Anthony, che si è rivelato abilissimo negli affari; poi si celebrano i matrimoni delle due figlie di Angelo, mentre Oscar, giunto improvvisamente, viene allontanato in fretta dalla chiesa.

Valutazione Pastorale

una farsa, tutta basata su equivoci e riconoscimenti, alla quale manca sovente lo spirito brillante, che dovrebbe sostenerla, e soprattutto è priva di una interpretazione vivace e colorita. Sylvester Stallone si rivela assolutamente inefficace e altrettanto fuori ruolo appare Ornella Muti, anche se il suo personaggio è di importanza piuttosto secondaria. In complesso si tratta di un lavoro molto deludente, che John Landis, regista assai noto, non potrà certo annoverare fra i suoi successi.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film - SerieTV