PATTI ROCKS

Valutazione
Inaccettabile, Triviale
Tematica
Genere
Commedia
Regia
David Burton Morris
Durata
87'
Anno di uscita
1989
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
PATTI ROCKS
Distribuzione
Academy Pictures
Soggetto e Sceneggiatura
David Burton Morris
Musiche
Doug Maynard
Montaggio
Gregory M. Cummins

Sogg. e Scenegg.: David Burton Morris - Fotogr.: (normale/a colori) Gregory M. Cummins - Mus.: Doug Maynard - Montagg.: Gregory M. Cummins - Dur.: 87' - Prod. Gwen Field - Vietato ai minori degli anni quattordici

Interpreti e ruoli

Chris Mulkey (Billy Regis), John Jenkins (Eddie), Karen Landry (Patti Rocks), David L. Turk, Stephen Yoakam, Sally Trones, Ken Trones, Ralph Estlie, Joe Minjares

Soggetto

Billy Regis, un giovane proletario donnaiolo, preoccupato per dover rivelare all'amante Patti Rocks, che è incinta di lui e si rifiuta di abortire, di essere già sposato e di avere due bambine, persuade a fatica l'amico Eddie ad accompagnarlo in un lungo viaggio notturno in macchina, per raggiungere la donna, che abita in un'altra città. Billy, infatti, non vuole rischiare di rovinare la sua vita familiare e teme che Patti miri a farsi sposare da lui, perciò cerca l'aiuto di Eddie per comunicare all'amante la verità. Il Natale è imminente e la notte freddissima; Eddie, che è molto triste perché ha divorziato da poco e soffre per la lontananza dai figli, ha accompagnato l'amico di malavoglia. Durante il lungo percorso, i due bevono e chiacchierano, usando un linguaggio estremamente sagace il cui argomento loro preferito è il sesso. Eddie, che è meno giovane, sembra più serio del compagno, ma è trascinato dalla sua parlantina sboccata. I due uomini giungono a destinazione in piena notte e piombano inattesi in casa di Patti, che, pur essendo in collera con l'amante, non sa respingere le sue effusioni, ma gli ripete che non abortirà. Poiché Billy non riesce a confessarle quanto deve, persuade Eddie a farlo per lui, e perciò questi raggiunge la ragazza, che si è chiusa in camera da letto. La rivelazione del matrimonio di Billy non stupisce Patti che quasi se l'aspettava. Parlandole, Eddie capisce che è sensibile e intelligente e se ne sente molto attratto, cosicché il colloquio diventa subito intimo e i due hanno un rapporto d'amore assai dolce. Quando Billy, scoprendo ciò che è accaduto, si infuria, Patti lo scaccia e gli dichiara che vuole il bambino e lo avrà ma, non si è mai aspettata un aiuto da lui, nè lo accetterebbe. Provvederà al figlio col suo modesto lavoro, e non intende assolutamente sposarsi, anche se ha avuto molti rapporti con gli uomini, che non ha mai stimato. Eddie le dice che spera di rivederla e le offre il suo aiuto, poi i due amici ripartono, in macchina riprendono i loro discorsi sboccati, anche se Eddie si sente un po'cambiato.

Valutazione Pastorale

questo film violentemente femminista presenta dei rapporti fra uomini e donne americani d'oggi, appartenenti ad una modesta condizione sociale. I ritratti dei tre personaggi sono dipinti in modo vivo. Patti, donna libera e decisa, non cede alle pressioni del partner, che vuole convincerla ad abortire, pur sapendo bene quanto sarà duro allevare il bambino da sola, ma lei tiene a questo figlio e lo avrà. Questa sua scelta è in realtà l'unico elemento positivo del film, perché anche la donna mostra i suoi lati negativi, infatti mentre dichiara che non si sposerà mai, perché non stima gli uomini, che le sembrano sciocchi e noiosi, dice che continuerà a prendersene liberamente come partner quanti ne vorrà. I due personaggi maschili fanno nella vicenda una ben misera figura: mentre Eddie è un debole, che riconosce i propri torti, ma si lascia andare in una tristezza inerte, Billy è visto in modo assolutamente negativo, volgare, superficiale, egoista, irresponsabile. Notevole è poi quell'atmosfera di complicità fra maschi, che ispira i loro sproloqui sboccati, durante il viaggio in macchina. "Patti Rocks" è un'opera in cui non mancano nè una certa intelligenza, nè temi interessanti, ed è condotto piuttosto bene dal regista. Ma, poiché è trattato in modo molto teatrale e il dialogo vi ha quindi la massima importanza, diventa assolutamente insopportabile la sfilza ininterrotta di espressioni pesantemente triviali, che, specie nel primo tempo, ne costituisce la base. Questa eccessiva preponderanza del linguaggio osceno finisce addirittura per togliere equilibrio al film, che ne resta sbilanciato. Gli attori risultano assai efficaci nelle loro interpretazioni: Karen Landry è una sensibile Patti: John Jenkins è un bravo Eddie, e Chris Mulkey è così credibile nel ruolo di Billy, da riuscire veramente odioso.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film - SerieTV