PIEDE DI DIO

Valutazione
Consigliabile, Semplice
Tematica
Famiglia - genitori figli, Giovani, Sport
Genere
Commedia
Regia
Luigi Sardiello
Durata
95'
Anno di uscita
2009
Nazionalità
Italia
Distribuzione
ACHAB Film
Musiche
Andrea Terrinoni
Montaggio
Bruno Sarandrea

Orig.: Italia (2009) - Sogg. e scenegg.: Luigi Sardiello - Fotogr.(Panoramica/a colori): Tommaso Borgstrom - Mus.: Andrea Terrinoni - Montagg.: Bruno Sarandrea - Dur.: 95' - Produz.: Enzo Porcelli.

Interpreti e ruoli

Emilio Solfrizzi (Michele Corallo), Rosaria Russo (Benedetta), Filippo Pucillo (Elia), Paolo Gasparini (Giulio), Guido Quintozzi (direttore di banca), Luis Molteni (dott. Romano), Elena Bourika (Vittoria), Antonio Catania (maestro), Antonio Stornaiolo (mago Raian), Matteo Girardi (Michele giovane), Alessandra Caliandro (ragazza procace), Carlotta Sapia . (Giorgia)

Soggetto

Osservatore calcistico di medio calibro, Michele un giorno vede su una spiaggia in Puglia il giovane Elia e resta folgorato dal suo talento. Superando le diffidenze della madre Benedetta, Michele conduce il ragazzo a Roma e, intravedendo forti possibilità di guadagno, decide di diventarne il manager e di avviarlo ad una grande carriera. Le cose però vanno diversamente e, il giorno del provino, Elia, instabile di carattere, fallisce l'occasione. Michele allora lo riporta a casa dalla madre. Forse é giusto così.

Valutazione Pastorale

Il punto di partenza é che i film sul calcio non hanno mai avuto in Italia grande fortuna: c'è troppo tifo e poca voglia di essere imparziali. Va ben accolto perciò questo tentativo dell'esordiente Sardiello, che mette al centro della vicenda una figura modesta del sottobosco calcistico e il suo rapporto con un ragazzo un po' ritardato. In Michele agisce la voglia di dimostrare a se stesso e agli altri di aver scoperto un campione; in Elia e nella madre la curiosità di capire cosa può succedere. Non succede in effetti niente, e quei giorni a Roma rimangono una parentesi nella vita del giovane. Intanto si è aperto un piccolo spaccato su un mondo poco conosciuto, e si sono manifestati gli sbalzi di umore e di equilibrio di un uomo sull'orlo di una crisi di nervi. Senza andare tanto in profondità, il copione trattegia sapori e dissapori di crisi latenti, delinea le distanze tra Roma e la provincia, osserva la necessità di lasciare crescere liberi gli adolescenti e riflette sui condizionamenti di certi meccanismi affaristici. Materia interessante dunque in un film ben interpretato che, dal punto di vista pastorale, é da valutare come consigliabile e nell'insieme semplice.

Utilizzazione

Il film può essere utilizzato in programmazione ordinaria, e proposto nell'ambito di rassegne sul rapporto tra cinema e sport (calcio).

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film