POPIELUSZKO

Valutazione
Consigliabile, realistico
Tematica
Libertà, Politica-Società, Storia, Tematiche religiose
Genere
Drammatico
Regia
Rafal Wieczynski
Durata
149'
Anno di uscita
2009
Nazionalità
Polonia
Distribuzione
Rainieri Made srl
Musiche
Pawel Sydor
Montaggio
Marek Ciszewski

Orig.: Polonia (2009) - Sogg. e scenegg.: Rafal Wieczynski - Fotogr.(Panoramica/a colori): Grzegorz Kadzierski - Mus.: Pawel Sydor - Montagg.: Marek Ciszewski - Dur.: 149' - Produz.: Focus Producers, If Max Film.

Interpreti e ruoli

Adam Woronowicz (padre Jerzy Popieluszko), Zbigniew Zamachowski (Ireneusz), Marek Frackowiak (padre Teofil Bogucki), Joanna Szczepkowska (Roma), Radoslaw Pazura (Piotr), Wojciech Solarz (Florian), Krzysztof Kolberger . (padre Kancierz), Martyna Peszko (Marysia), Beata Fido . (suor Krystyna)

Soggetto

Un breve prologo nel 1953. Rapidi flashback nel 1967-1968. Poi, a partire dal 1979, quando Karol Wojtyla da poco Giovanni Paolo II arriva per la prima volta a Varsavia, ecco gli ultimi anni di esistenza di padre Jerzy Popieluszko, 37 anni, considerato il cappellano di Solidarnosc, trovato morto nelle acque della Vistola il 30 ottobre 1984.

Valutazione Pastorale

"Padre Popieluszko lottava per far sì che l'Europa si fondasse sui veri valori della democrazia e della libertà. Proprio come predicava Papa Wojtyla, che diceva spesso che é necessario educare l'uomo con la sua coscienza": così ha detto Lech Walesa in occasione della presentazione del film al festival di Roma 2009. Certamente un risarcimento necessario, perché il silenzio calato su questa figura di martire trovava ben pcohe giustificazioni a 25 anni da quel tragico evento. Importante, e decisivo, é il fatto che questa operazione parta dalla Polonia stessa, dall'interno cioé di quella terra di cui Jerzy era figlio amatissimo. Così il cinema diventa veicolo per ricostruire una storia e una identità. Si può aggiungere, solo come informazione, che forse il copione si sarebbe giovato di una maggiore asciuttezza rispetto alla lunghezza finale(2h e 29') che induce a qualche momento di stanca. Ma l'urgenza dell'affresco ne motiva i contorni, e il film, dal punto di vista pastorale, è da valutare come consigliabile, e senz'altro realistico.

Utilizzazione

Il film é da utilizzare in programmazione ordinaria e in seguito per stimolare riflessioni sui drammatici momenti di storia che ricostruisce. Anche per rassegne sui sacerdoti martiri.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film