QUALCOSA DI TROPPO

Valutazione
Complesso, superficialità
Tematica
Donna, Famiglia - genitori figli, Il comico, Matrimonio - coppia
Genere
Commedia
Regia
Audrey Dana
Durata
98'
Anno di uscita
2017
Nazionalità
Francia
Titolo Originale
Si j'etais un homme
Distribuzione
Adler Entertainment
Musiche
Emmanuel D'Orlando, Thibaut Barbillon
Montaggio
non accreditato

Orig.: Francia (2016) - Sogg. e scenegg.: Audrey Dana, Maud Ameline (adattamento e dialoghi: Audrey Dana, Maud Ameline) - Fotogr.: non accreditata - Mus.: Emmanuel D'Orlando, Thibaut Barbillon - Montagg.: non accreditato - Dur.: 98' - Produz.: Olivier Delbosc, Marc Missonier.

Interpreti e ruoli

Audrey Dana (Jeanne), Christian Clavier (dott. Pace), Eric Elmosnino (Merlin), Alice Belaidi (Marcelle), Antoine Gouy (Anton), Josephine Drai (Joe)

Soggetto

Appena uscita da un inaspettato divorzio, obbligata a vedere i figli una settimana su due, Jeanne non vuole più sentire parlare di uomini. Una mattina, al momento di alzarsi, ha una clamorosa sorpresa...

Valutazione Pastorale

Quello del cambiamento di sesso è tema più volte adombrato da tanti film. Certo in forme più o meno esplicite, più spesso solo allusive e non dirette. In talune occasioni come pretesto per raccontare storie drammatiche per approccio e sviluppo psicologico, in talaltre come punto di partenza per mettere insieme equivoci a non finire. Lungo questo secondo binario si muove l'attuale copione che, rifacendosi alle pochade in puro stile francese, compone una sequela di equivoci senza soluzione di continuità, aumentando a poco a poco il tasso di imbarazzo e di umorismo, aggiungendo follia a follia. In una girandola di errori e di sotterfugi che hanno forse il limite di risultare troppo insistenti e ripetitivi. Si ride perciò fin quando non subentra una certa noia e la provocazione mostra la corda dell'esaurimento. Per dire che uno scherzo è bello quando dura poco, e qui, forse, è durato anche troppo. Dal punto di vista pastorale, il film è da valutare come complesso e segnato da superficialità.

Utilizzazione

Il film è da usare in programmazione ordinaria in situazioni mirate e con qualche attenzione per il tipo di pubblico (minori e adolescenti...).

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film