REPLAY DI UN OMICIDIO **

Valutazione
Accettabile-riserve, Crudezze
Tematica
Genere
Thrilling
Regia
Richard Franklin
Durata
107'
Anno di uscita
1991
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
FX/2 - THE DEADLY ART DE ILLUSION
Distribuzione
C.D.I.
Soggetto e Sceneggiatura
Bill Condon basato sui personaggi creati da Robert T. Megginson, Gregory Fleeman
Musiche
Lalo Schifrin
Montaggio
Andrew London

Sogg.: basato sui personaggi creati da Robert T. Megginson, Gregory Fleeman - Scenegg.: Bill Condon - Fotogr.: (normale/a colori) Victor J. Kemper - Mus.: Lalo Schifrin - Montagg.: Andrew London - Dur.: 107' - Produz.: Dody Fayed, Jack Wiener

Interpreti e ruoli

Bryan Brown (Rollie Tyler), Bryan Dennehy (Leo Mc Carthy), Rachel Ticotin (Kim Brandon), Joanna Gleason (Liz Kennedy), Philip Bosco (Ray Silak), Kevin J. O'Connor (Matt Neely), Tom Mason (Mike Brandon), Dominic Zamprogna, Josie De Guzman, John Walsh

Soggetto

Rollie Tyler vive con Kim e con Chris, figlio di lei e dell'ex marito, il poliziotto Mike Brandon, ed è un esperto di effetti speciali per il cinema. L'ultima sua invenzione è un grande pagliaccio, Biancone, capace di ripetere tutti i movimenti di chi lo manovra. A seguito delle insistenze di Brandon, Tyler accetta di aiutarlo nel preparare una trappola per catturare un guardone pluriomicida. Mentre Mike, truccato da donna da Rollie, attira l'assassino in un appartamento, Tyler con una telecamera registra segretamente questa operazione che si conclude con la morte di Mike, sgozzato con un coltello, e con l'uccisione del maniaco da parte dei poliziotti, appostati vicino. Nel rivedere questo filmato Rollie scopre che Mike non è stato assassinato dal maniaco ma da un altro individuo in combutta con Ray Silak, diretto superiore di Brandon. Da questo momento, Rollie viene perseguitato continuamente dall'assassino, che vuole ucciderlo: allontanati Kim ed il bambino, ottiene l'aiuto del carissimo amico Leo Mc Carthy, ex poliziotto, ed ora investigatore privato, per svelare il mistero. Utilizzando le geniali invenzioni di Rollie, i due amici, con l'aiuto di Velez, un'archivista, poi uccisa, scoprono il motivo della morte di Mike. Egli stava indagando su di un intrigato imbroglio: un gruppo di medaglioni d'oro, opera di Michelangelo, attraverso molte vicende, stanno infatti per cadere in mano alla mafia, cui vogliono consegnarli, dietro lauto compenso, Silak, il suo informatore Matt Neely, e perfino Liz Kennedy, Vice Procuratore distrettuale, avida di potere. In una lussuosa villa sul mare, in cui dovrebbe concludersi tutto l'imbroglio, Rollie e Leo sconfiggono i malvagi e li fanno arrestare, aiutati perfino da Biancone.

Valutazione Pastorale

un film thrilling avvincente e dal ritmo ben sostenuto, non sempre di facile comprensione per un continuo accavallarsi di troppi elementi inseriti per sostituire incessantemente nuove sorprese. Si notano molte trovate divertenti, specie il pagliaccio Biancone, e alcuni brani veramente notevoli, come tutta la scena dell'assassinio della doccia. Assai abile la regia di Richard Franklin e valide le interpretazioni di Bryan Brown e Bryan Dennehy. Si osserva con piacere che i due protagonisti non uccidono mai, ma usano solo la loro eccezionale intelligenza. Qualche riserva è richiesta da alcune situazioni.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film