RUSH HOUR MISSIONE PARIGI

Valutazione
Accettabile, Brillante
Tematica
Amicizia, Avventura, Spy-story
Genere
Azione
Regia
Brett Ratner
Durata
90'
Anno di uscita
2007
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Rush Hour 3
Distribuzione
Keyfilms
Soggetto e Sceneggiatura
Jeff Nathanson Jeff Nathanson ispirato ai personaggi creati da Ross LaManna
Musiche
Lalo Schifrin
Montaggio
Don Zimmerman, Dean Zimmerman, Mark Helfrich

Orig.: Stati Uniti (2007) - Sogg.: Jeff Nathanson ispirato ai personaggi creati da Ross LaManna - Scenegg.: Jeff Nathanson - Fotogr.(Scope/a colori): J. Michael Muro - Mus.: Lalo Schifrin - Montagg.: Don Zimmerman, Dean Zimmerman, Mark Helfrich - Dur.: 90' - Produz.: Arthur Sarkissian, Roger Birnbaum, Jay Stern, Jonathan Glickman, Andrew Z. Davis.

Interpreti e ruoli

Chris Tucker (Carter), Jackie Chan (Lee), Max Von Sydow (Reynard), Hiroyuki Sanada (Kenji), Yvan Attal (George), Youki Kudoh (Jasmine), Noémie Lenoir (Genevieve), Zhang Jingchu (Soo Yung), Dana Ivey (suor Agnes), Mia Tyler (Masha), Sun Ming Ming (gigante cinese), Julie Depardieu (moglie di George), Roman Polanski (ispettore Revi)

Soggetto

A Los Angeles l'ambasciatore cinese Han, entrato in possesso di nuove prove sull'organizzazione delle Triadi e sulla vera identità di Shy Shen, si appresta a rivelarle alla Corte Suprema, quando viene assassinato. Si riesce solo a sapere che le rivelazioni portano a Parigi, e per la capitale francese partono i due poliziotti Carter e Lee, decisi a sventare il complotto mondiale e a salvare la vita a Soo Yung, figlia dell'ambasciatore Han. Ci vogliono innumerevoli peripezie, scorribande incredibili, e un conclusivo duello dentro la Torre Eiffel per sconfiggere i pericolosi criminali e restare in vita. Fino alla prossima avventura.

Valutazione Pastorale

Si tratta del terzo appuntamento con la coppia di poliziotti formata dal cinese Lee e dall'afro americano Carter. Anche stavolta molto del copione é dedicato alle differenze tra i due: sulle origini, sul colore della pelle, sulle simpatie e le antipatie, i due si scontrano senza sosta, in ogni momento tornando a proclamare l'amicizia che li lega al di là di ogni diffrenza. Il resto è affidato al ritmo a briglia sciolta, all'inventiva del racconto che prevede toni serrati, poche pause, azione e avventure incalzanti. Le peripezie dei due si seguono piacevolmente, con spruzzate di umorismo e molta abilità nella sequenza finale sulla torre Eiffel. Un prodotto certamente commerciale senza pretese ma misurato e scorrevole, per un film che, dal punto di vista pastorale, é a valutare come accettabile, e nell'insieme brillante.

Utilizzazione

Il film può essere utilizzato in programmazione ordinaria, e recuperato come proposta di spettacolo di immediata fruizione.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film