SAHARA Le avventure di Dirk Pitt

Valutazione
Accettabile, semplice
Tematica
Avventura
Genere
Avventuroso
Regia
Breck Eisner
Durata
125'
Anno di uscita
2005
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Sahara
Distribuzione
United International Pictures
Soggetto e Sceneggiatura
Thomas Dean Donnelly & Joshua Oppenheimer, John C. Richards, James V. Hart tratto dal romanzo di Clive Cusser
Musiche
Clint Mansell
Montaggio
Andrew MacRitchie

Orig.: Stati Uniti (2005) - Sogg.: tratto dal romanzo di Clive Cusser - Scenegg.: Thomas Dean Donnelly & Joshua Oppenheimer, John C. Richards, James V. Hart - Fotogr.(Scope/a colori): Seamus McGarvey - Mus.: Clint Mansell - Montagg.: Andrew MacRitchie - Dur.: 125' - Produz.: Howard Baldwin, Karen Baldwin, Mace Neufeld, Stephanie Austin.

Interpreti e ruoli

Matthew McConaughey (Dirk Pitt), Penelope Cruz (Eva Rojas), Steve Zahn (Al Giordino), William H.Macy (amm. Sandecker), Rainn Wilson (Rudi Gunn), Lennie James (gen. Kazim), Lambert Wilson (Massarde), Delroy Lindo (Carl)

Soggetto

Dirk Pitt, famoso esploratore, si imbarca con l'amico Al su una nave di proprietà dell'ammiraglio Dandecker e arriva nell'Africa Occidentale. L'obiettivo è trovare la 'nave della morte', appartenente al periodo della guerra civile americana e con a bordo un prezioso carico segreto. Nel deserto i due incontrano Eva Rojas, una dottoressa dell'organizzazione mondiale della sanità, che a sua volta sta indagando su una epidemia misteriosa che miete vittime tra i tuareg. A poco a poco, mentre attraversano rischi sempre crescenti, la ricerca di Dirk e quella di Eva finiscono per confluire. Si tratta di stroncare un losco traffico messo in piedi dal generale Kazim con l'aiuto del francese Massarde e tendente ad avvelenare il sistema fluviale della zona con lo scarico di rifiuti tossici. Dopo aver superato mille ostacoli, lo stabilimento viene annientato, Dirk recupera la nave, e i due insieme possono godersi una vacanza nel mare della Florida.

Valutazione Pastorale

Si tratta di un ritorno al genere 'avventuroso' più classico e tradizionale. Si delinea un antefatto, poi si trasferiscono alcuni americani in paesaggi esotici e selvaggi, dove affrontano rischi incredibili per salvare il mondo dalla catastrofe, prima di ottenere il successo, nonostante l'opposizione di qualche bieco burocrate governativo a stelle e strisce. Niente di nuovo, ma il racconto procede a briglia sciolta, senza pause, le avventure si muovono tra 007 e Indiana Jones, c'è qualche suspence e una spruzzata di ironia. Gli attori stanno al gioco, e così devono fare gli spettatori: uno spettacolo di totale rilassamento. Dal punto di vista pastorale, il film é da valutare come accettabile e del tutto semplice. UTILIZZAZIONE: il film é da utilizzare in programmazione ordinaria e da proporre anche come passatempo di rapido consumo.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film