SEPOLTI VIVI

Valutazione
Inaccettabile, Malsano
Tematica
Genere
Thrilling
Regia
Gerard Kikoine
Durata
91'
Anno di uscita
1990
Nazionalità
Gran Bretagna
Titolo Originale
BURIED ALIVE
Distribuzione
Eagle Pictures
Soggetto e Sceneggiatura
Jake Clesi, Stuart Lee ispirato al romanzo di Edgar Allan Poe
Musiche
Frederic Talgorn
Montaggio
Gilbert Kikoine

Sogg.: ispirato al romanzo di Edgar Allan Poe - Scenegg.: Jake Clesi, Stuart Lee - Fotogr.: (normale/a colori) Gerard Loubeau - Mus.: Frederic Talgorn - Montagg.: Gilbert Kikoine - Dur.: 91' - Produz.: Breton Film Productions L.T.D. - Vietato ai minori degli anni quattordici

Interpreti e ruoli

Robert Vaughn (Gary), Donal Pleasence (Schaeffer), Karen Witter (Janet), John Carradine (Jacob), Nia Long (Fingers), Ginger Allen (Debbie), Bill Butler (Tim), Janine Denison, Arnold Vosloo, Asheley Hayden

Soggetto

quando Janet, giovane insegnante di scienze, raggiunge l'istituto femminile, che l'ha assunta, dove vengono curate con nuovi metodi le ragazze con forti squilibri nervosi, apprende che la notte precedente è fuggita Tina un'allieva. Gary, l'affascinante direttore dell'istituto desta subito l'interesse della nuova insegnante, dalla quale è attratto, e presto le dichiara d'amarla. Janet, intanto, ha cominciato ad essere turbata da incubi orrendi e a sospettare che nell'edificio avvengano fatti spaventosi: inutilmente si rivolge al dottor Schaeffer, lo psicologo della scuola, il quale attribuisce tali angosce alla sua immaginazione. Nel frattempo, una alla volta sono scomparse altre allieve, delle quali si dice che sono fuggite, perché non sopportavano la disciplina: prima Ivonne poi Shiro, e infine Debbie, la rude del gruppo, e con lei il suo ragazzo, Tim, la madre del quale informa la polizia che suo figlio, la sera in cui sparì, era andato a raggiungere Debbie alla scuola, dove si tenevano segretamente delle orge. Poiché le indagini del giovane poliziotto Ken non approdano a nulla, Janet decide di fare personalmente delle ricerche, e perciò scende da sola nei sotterranei, dove trova un vecchio malato e murato in una cella, il quale prima tenta di strozzarla e poi le chiede aiuto. Successivamente l'insegnante scopre anche i cadaveri di tutti gli scomparsi, con indosso la camicia di forza, e divorati dalle formiche. La spaventatissima Janet apprende che Schaeffer era anni addietro uno dei pazzi curati nel manicomio situato nell'edificio in cui adesso c'è la scuola diretta da Jacob, il durissimo padre di Gary, che è appunto il vecchio visto da lei nello scantinato, il quale ha fatto impazzire il figlio con i suoi metodi feroci. Ora Gary, furioso, vuole uccidere Janet, perché rifiuta di sposarlo, e dopo aver ammazzato Schaeffer, la insegue nei sotterranei, armato di una scure, ma lei, dopo avergli trafitto un occhio con uno spillone, fugge prima che l'edificio crolli per una esplosione. Gary e Jacob restano sepolti sotto le macerie, dalle quali si levano, però, le loro mani.

Valutazione Pastorale

un film confezionato in maniera assai rozza e senza ombra di logica, per cui appaiono del tutto incredibili, e spesso addirittura risibili, gli avvenimenti, che si susseguono nella vicenda, mentre l'utilizzazione di Edgar Allan Poe, come ispiratore del soggetto, risulta deludente. Nonostante la partecipazione di alcuni validi attori, e specialmente di John Carradine, I'interpretazione è pessima, come del resto la regia. La presenza di molte scene raccapriccianti e il compiacimento col quale si insiste su particolari orribili, come lo scotennamento d'una delle vittime, motivano la valutazione.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film