SEX AND THE CITY 2

Valutazione
Futile, grossolanità
Tematica
Amicizia, Donna, Matrimonio - coppia, Omosessualità
Genere
Commedia
Regia
Michael Patrick King
Durata
146'
Anno di uscita
2010
Nazionalità
Stati Uniti
Distribuzione
Warner Bros Pictures Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Michael Patrick King basato sui personaggi del libro di Candace Bushnell e sulla serie TV creata da Darren Star
Musiche
Aaron Zigman
Montaggio
Michael Berenbaum

Orig.: Stati Uniti (2010) - Sogg.: basato sui personaggi del libro di Candace Bushnell e sulla serie TV creata da Darren Star - Scenegg.: Michael Patrick King - Fotogr.(Scope/a colori): John Thomas - Mus.: Aaron Zigman - Montagg.: Michael Berenbaum - Dur.: 146' - Produz.: Michael Patrick King, Sarah Jessica Parker, Darren Star, John Melfi.

Interpreti e ruoli

Sarah Jessica Parker (Carrie Bradshaw), Kristin Davis (Charlotte York), Cynthia Nixon (Miranda Hobbes), Kim Cattrall (Samantha Jones), Chris North (mr. Big), John Corbett (Aidan Shaw), David Eigenberg (Steve Brady), Evan Hundler (Harry Goldenblatt), Jason Lewis (Smith Jerrod), Willie Garson (Stanford Blatch), Mario Cantone (Anthony Marantino), Liza Minnelli (se stessa), Alice Eve . (Erin)

Soggetto

Uno sceicco propone a Samantha una vacanza ad Abu Dhabi per farle conoscere le bellezze del posto. Samatha accetta a patto di portare con se le sue tre inseparabili amiche, Carrie, Charlotte, Miranda. Così avviene, e in un contesto da favola, le quattro donne sperimentano il fascino del luogo e mettono alla prova le rispettive situazioni familiari e sentimentali.

Valutazione Pastorale

Non ci sono molte variazioni rispetto al precedente. Anche qui il copione procede, mettendo accanto l'aspetto di 'normalità' di situazioni decisamente eccepibili (tutta la sequenza iniziale con il matrimonio gay) e il recupero di una fedeltà matrimoniale tanto sincera quanto sdolcinata e convenzionale. Forse all'interno di una quadro tutto sommato prevedibile (squittii, risatine, entusiasmi, batture grevi e pesanti...), il vero problema é la durata: 146' minuti risultano davvero difficilmente digeribili in un contesto che punta tutto sulla esteriorità e sul vuoto pneumatico di emozioni e sentimenti. Dal punto di vista pastorale, il film é da valutare come futile, e segnato da grossolanità.

Utilizzazione

Il film può essere utilizzato in programmazione ordinaria, tenendo presente quanto detto sopra e quindi con molta attenzione per la presenza di minori e piccoli. Stessa cura é da tenere in vista di passaggi televisivi o di uso di VHS e DVD.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film