SEX MOVIE IN 4D

Valutazione
Futile, volgarità
Tematica
Amicizia, Giovani, Sessualità
Genere
Commedia
Regia
Sean Anders
Durata
107'
Anno di uscita
2009
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Sex Drive
Distribuzione
Eagle Pictures
Soggetto e Sceneggiatura
Sean Anders, John Morris tratto dal romanzo "All the Way" di Andy Behrens
Musiche
Stephen Trask
Montaggio
George Folsey jr

Orig.: Stati Uniti (2008) - Sogg.: tratto dal romanzo "All the Way" di Andy Behrens - Scenegg.: Sean Anders, John Morris - Fotogr.(Panoramica/a colori): Tim Orr - Mus.: Stephen Trask - Montagg.: George Folsey jr - Dur.: 107' - Produz.: John Morris, Leslie Morgenstein, Bob Levy.

Interpreti e ruoli

Josh Zuckerman (Ian), Amanda Crew . (Felicia), Clark Duke (Lance), James Marsden (Rex), Seth Green . (Ezekial), Alice Greczyn (Mary), Katrina Bowden (Ms. Tasty), Charlie McDermott (Andy), Mark L. Young . (Randy)

Soggetto

Nell'estate che precede la partenza per il college, il 18enne Ian, deciso a diventare uomo, ha preso appuntamento tramite Internet con una bellissima ragazza. L'incontro però è previsto a Knoxville, 800 km di distanza. Ian allora ruba l'amatissima Pontiac GTO al fratello Rex e, insieme agli amici fidati Lance e Felicia, parte con l'intenzione di tornare in breve tempo. Durante il percorso però capita di tutto. Quando la macchina si ferma, i tre finiscono nell'entroterra, cominciano a fare strani incontri, capitano in una fattoria Amish, finiscono nello spettacolo di un Luna Park. Dopo tre giorni, a Knoxville, Ian incontra la ragazza, Ms. Tasty, che é ovviamente una prostituta, dalla quale lui cerca invano di liberarsi. Quando tutti si ritrovano sul posto, volano pugni e colpi di pistola, fino all'arrivo della polizia. Finalmente Ian e Felicia trovano il coraggio per dichiararsi amore reciproco e vanno via insieme.

Valutazione Pastorale

Da tempo lo schema della commedia giovanilista americana é bloccato su un copione unico: la mescolanza tra i sentimenti e la loro immediata negazione. Questo ne é un prodotto esemplare. Ad ogni accenno di frase, situazione, dialogo 'tranquilli' fa seguito una cascata di turpiloqui e di atteggiamenti sconci senza freno. Tutto il repertorio di quell'umorismo vieto e coprolalico che forse un tempo suscitava sorpresa e reattività, ora é riversato su uno scenario di irritante sarcasmo, privo di forza, di originalità, di inventiva. L'idiozia dominante poi non può non accompagnarsi a quel buonismo fasullo e corrivo che impedisce anche la minima risata. Anche sul genere 'demenziale' è venuto il momento di stendere un pietoso velo. Dal punto di vista pastorale, il film é da valutare come futile, e pieno di volgarità.

Utilizzazione

Sono veramente ridotti a zero i motivi che indurrebbero a programmare un film del genere. Molta attenzione é comunque da tenere per minori e piccoli in vista di passaggi televisivi o di uso di VHS e DVD.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film