SHARK TALE

Valutazione
Accettabile, semplice**
Tematica
Animali, Cinema nel cinema, Film per ragazzi
Genere
Film d'animazione
Regia
Bibo Bergeron, Rob Letterman, Vicky Jenson
Durata
90'
Anno di uscita
2005
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Shark tale
Distribuzione
United International Pictures
Musiche
Hans Zimmer
Montaggio
Nick Fletcher

Orig.: Stati Uniti (2004) - Sogg. e scenegg.: Michael J. Wilson, Rob Letterman - Mus.: Hans Zimmer - Montagg.: Nick Fletcher - Dur.: 90' - Produz.: Bill Damaschke, Janet Healy, Allison Lyon Segan.

Interpreti e ruoli

Oscar (voce italiana: Tiziano Ferro), Lola (v.i.: Luisa Corna), Don Lino (v.i.: Stefano De Sando), Lenny (v.i.: Luca Laurenti), Angie . (v.i.: Laura Cosenza)

Soggetto

Il pesciolino Oscar vive in una città subacquea terrorizzata continuamente da attacchi di squali bianchi. Il boss degli squali, don Lino, ha due figli, Frankie, feroce predatore, e Lanny, considerato un debole perché vegetariano. Oscar, che lavora in un autolavaggio per balene con l'amica Angie segretamente innamorata di lui, sogna il successo e una bella vita mondana. Un giorno, quando si imbatte per caso in Lanny e Frankie e un'ancora vagante uccide Frankie, Oscar si attribuisce il merito dell'uccisione e subito conquista fama, interviste televisive, ricchezza. Ma questi onori usurpati e le bugie dette per ottenerli lo allontanano da Angie. Don Lino intanto, per vendicarsi, fa rapire Anguie e costringe così Oscar e Lanny a venire allo scoperto. Oscar riesce a liberare Angie e e ad intrappolare don Lino, convincendolo ad accettare il figlio Lanny per quello che é. Quindi rivela a tutti la verità e confessa ad Angie di amarla.

Valutazione Pastorale

Questo nuovo prodotto d'animazione della DreamWorks si muove all'insegna di una fantasia fervida, misurata, molto godibile. Nelle alte profondità sottomarine viene recuperata quell' "american way of life" fatta più che mai di luci e di ombre, di verità e di finzioni, dentro la quale l'individuo é chiamato a compiere delle scelte non facili sul piano etico e sociale. La voglia di 'arrivare' in alto, i compromessi, l'ostacolo dei sentimenti, la resa dei conti, l'accettazione di se attraverso il riconoscimento della diversità dell'altro: il racconto scorre come una bella favola all'antica, con il lieto fine, con toni forse fin troppo 'corretti' ma con uno sforzo di creatività sul piano dinamico e cromatico di notevole livello. Il tono é svelto, spigliato, musicale, cattura l'armonia di un mondo sommerso che pochi conoscono. Dal punto di vista pastorale, il film é da valutare come accettabile e nell'insieme semplice. UTILIZZAZIONE: il film può essere utilizzato in programmazione ordinaria, e proposto come occasione di svago di buon livello per bambini e ragazzi.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film - SerieTV