SHOOT ‘EM UP – Spara o muori

Valutazione
Inconsistente, violento
Tematica
Gangster, Violenza
Genere
Azione
Regia
Michael Davis
Durata
90'
Anno di uscita
2008
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Shoot 'em Up
Distribuzione
Eagle Pictures
Musiche
Paul Haslinger
Montaggio
Peter Amundson

Orig.: Stati Uniti (2007) - Sogg. e scenegg.: Michael Davis - Fotogr.(Scope/a colori): Peter Pau - Mus.: Paul Haslinger - Montagg.: Peter Amundson - Dur.: 90' - Produz.: Susan Montford, Don Murphy, Rick Benattar - VIETATO AI MINORI DI 14 ANNI.

Interpreti e ruoli

Cliwe Owen (sig. Smith), Paul Giamatti (sig. Hertz), Monica Bellucci (Donna Quintano), Stephen McHattie (Sigor Hammerson), Greg Bryk (Uomo solitario), Daniel Pilon (senatore Rutledge), Ramona Pringle (madre del bambino), Julian Richings (autista del sig. Hertz)

Soggetto

Una notte mr. Smith apre il fuoco per difendere una mamma e il suo bambino. Poi si rende conto che quest'ultimo é l'obiettivo di una forza oscura che gli ha scatenato contro una squadra di assalitori capeggiati dal gelido Hertz. Smith raggiunge un'amica prostituta di nome DQ. Insieme riusciranno meglio a difendere il bambino e a capire il motivo per cui é così importante. Tra chi scappa e chi insegue la lotta é senza esclusione di colpi. Ma alla fine il piccolo viene sotratto agli esperimenti medici ai quali era destinato.

Valutazione Pastorale

Non c'è una storia, ma solo un pretesto per continuare su un unico, incessante registro: quello degli inseguimenti, delle sparatorie, degli ammazzamenti. Quello che ne segue é facilmente immaginabile: action movie, videogame, fumetto, playstation. Chi più ne ha più ne metta. Grande miscla di stili paratelevisivi. Azzeramento del racconto, solo montaggio, e pistole che sparano fuori da ogni logica. Insistenza, ripetizione, alla fine noia. Nessuna possibilità di individuare qualche contenuto. Dal punto di vista pastorale, il film é da valutare come inconsistente, e certamente violento. UTILIZZAZIONE: anche se qualche appassionato del 'genere' potrebbe apprezzare l'insulsa storiella, l'utilizzazione può tuttavia essere accantonata, senza molti rimpianti (il film ha il divieto ai 14 anni). Molta attenzione é da tenere per minori e piccoli in vista di passaggi televisivi o di uso di VHS e DVD.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film