SOLO PER VENDETTA

Valutazione
Consigliabile, Problematico
Tematica
Giallo - Triller, Giustizia, Movimenti e sette
Genere
Thriller
Regia
Roger Donaldson
Durata
104'
Anno di uscita
2011
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Seeking Justice
Distribuzione
Eagle Pictures
Soggetto e Sceneggiatura
Robert Tannen, Yuri Zeltser Robert Tannen
Musiche
J. Peter Robinson
Montaggio
Jay Cassidy

Orig.: Stati Uniti (2011) - Sogg.: Robert Tannen - Scenegg.: Robert Tannen, Yuri Zeltser - Fotogr.(Scope/a colori): David Tattersall - Mus.: J. Peter Robinson - Montagg.: Jay Cassidy - Dur.: 104' - Produz.: James D. Stern, Ram Bergman, Toby Maguire.

Interpreti e ruoli

Nicolas Cage (Will Gerard), Guy Pearce (Simon), Januaty Jones (Laura Gerard), Harold Perrineau (Jimmy), Xander Berkeley (ten. Durgan), Joe Chrest (det. Rudeski), Irone Singleton (Scar), Mike Pniewski (Gibbs), Cullen Moss (Jones), Donna DuPlantier . (Gina)

Soggetto

A New Orleans la vita tranquilla di Will, insegnante di lettere, e di sua moglie Laura, musicista, viene sconvolta la notte in cui la donna, mentre torna a casa dallo studio di registrazione, resta vittima di uno stupro. In ospedale Will, in preda all'ansia, viene avvicinato da un uomo che gli offre la possibilità di vendicare Laura e di farsi giustizia in maniera immediata, senza attemdere i tempi lunghi di un eventuale processo. Dopo molta incertezza, Will accetta la proposta. Poco dopo lo stupratore viene trovato morto, ma dal quel momento Will capisce di essere entrato in una spirale di situazioni senza scampo, all'interno di un mondo fatto di ricatto e corruzione.

Valutazione Pastorale

L'inizio ha il freno a mano un po' tirato, poi quello che era apparso un incipit visto e rivisto (lo stupro della moglie adorata, una coppia tranquilla con lavori sereni...)ha una svolta nell'incontro tra l'"angelo" Will e il "diavolo" Simon. Così il copione acquista padronanza e autonomia. La discesa nell'inferno di una società segreta dedita ad offrire giustizia rapida ed efficace si snoda senza fine in una spirale che imprigiona sempre più persone strette in un labirinto soffocante. Difficile decidere con l'emotività che ti stringe il cuore, difficile avere la freddezza per valutare il confine tra giusto e sbagliato. Will è l'uomo onesto coinvolto in situazioni più grandi di lui. Il titolo italiano risulta sviante, quello originale é "Seeking justice", ossia cercando la giustizia, forse il vero tema della vicenda. Sui tempi lunghi della giustizia pubblica si fa strada quella privata. I tempi della suspence sono ben scanditi, l'argomento e la resa visiva sono da thriller sociale. Suspence e materia per riflettere. Dal punto di vista pastorale, il film è da valutare come consigliabile e nell'insieme problematico.

Utilizzazione

Il film è da utilizzare in programmazione ordinaria con attenzione per la presenza di minori e piccoli. Stessa cura è da tenere in vista di passaggi televisivi o di uso di dvd e di altri supporti tecnici.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film