STAR TREK – LA NEMESI

Valutazione
Accettabile, Semplice
Tematica
Fantascienza
Genere
Fantascienza
Regia
Stuart Baird
Durata
116'
Anno di uscita
2003
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Star Trek : Nemesis
Distribuzione
United International Pictures
Soggetto e Sceneggiatura
John Logan John Logan, Rick Berman, Brent Spiner basato sulla serie "Star Trek" creata da Gene Roddenberry
Musiche
Jerry Goldsmith
Montaggio
Dallas Puett

Orig.: Stati Uniti (2002) - Sogg.: John Logan, Rick Berman, Brent Spiner basato sulla serie "Star Trek" creata da Gene Roddenberry - Scenegg.: John Logan - Fotogr.(Scope/a colori): Jeffrey L.Kimball - Mus.: Jerry Goldsmith - Montagg.: Dallas Puett - Dur.: 116' - Produz.: Rick Berman.

Interpreti e ruoli

Patrick Stewart (capitano Jean-Luc Picard), Jonathan Frakes (William T.Riker), Brent Spiner (Data), Levar Burton (Geordi La Forge), Michael Dorn (Worf), Gates McFadden (Beverly Crusher), Marina Sirtis (Deanna Troi), Tom Hardy (Shinzon), Ron Perlman (tribuno)

Soggetto

L'ufficiale William Riker ha sposato il consigliere dell'Enterprise Deanna Troi e si appresta ad assumere il comando dell'astronave Titan. Quando tutti sono di nuovo a bordo, il capitano Picard riceve un improvviso messaggio: in seguito ad una ribellione, sul pianeta dei Romulani, nemici storici della Federazione, c'é un nuovo capo, detto il Pretore, il quale vuole concludere un trattato di pace con la Federazione stessa. In qualità di astronave più vicina alla Zona Neutra, l'Enterprise riceve l'ordine di recarsi sul posto e valutare la bontà dell'invito. Giunto a destinazione, Picard, dopo accurati confronti, capisce che il nuovo capo dei Romulani non è nativo di Romulus ma dell'altro pianeta dell'impero romulano, Remus: accerta inoltre che il Pretore, chiamato Shinzon, è il risultato di un'operazione di bio-ingegneria ed è una copia dello stesso Picard. Costui avrebbe dovuto sostituirsi all'autentico Picard e portare scompiglio nella Federazione. Shinzon ora possiede un'arma in grado di distruggere non solo l'astronave ma la Terra stessa. Con calma e coraggio, contando sulla collaborazione dei fedelissimi dell'Enterprise, Picard affronta Shinzon in un crudo e decisivo scontro finale. Il successo gli arride, anche se ha dovuto sacrificare uno dei suoi uomini, il generoso Data. Sconfitto il nemico, ora Riker può assumere il comando dell'astronave Titan.

Valutazione Pastorale

Si tratta del decimo episodio cinematografico di una serie che si è conquistata tantissimi appassionati lungo generazioni diverse. Il motivo risiede forse nel fatto che, a differenza di "Matrix" o di "X-men", quelle di Star Trek sono le storie più vicine ad un'idea diretta di fantascienza, quella favolistica, magari un po' ingenua, meno sofisticata, capace di non farsi 'mangiare' dagli effetti speciali, ma di servirsene, continuando a privilegiare la storia, il racconto. Lo scontro è sempre quello, tra Bene e Male, e sono due facce che abitano dentro ciascuno di noi (i due Picard). Il Bene vince, rispetto, dignità, amicizia prevalgono, e rivedersi tutti sull'Enterprise é un po' come tornare a casa dopo un viaggio burrascoso. Storia ben realizzata, ben interpretata e film che, dal punto di vista pastorale, è da valutare come accettabile e senz'altro semplice.

Utilizzazione

Il film é da utilizzare in programmazione ordinaria, e da recuperare anche come passatempo piacevole di buon livello spettacolare.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film