‘T’ COME TIGRO…E TUTTI GLI AMICI DI WINNIE THE POOH

Valutazione
Accettabile, Semplice, famiglie
Tematica
Amicizia, Famiglia, Film per ragazzi
Genere
Film d'animazione
Regia
Jun Falkenstein
Durata
77'
Anno di uscita
2000
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
The Tigger Movie
Distribuzione
Buena Vista International Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Jun Falkenstein Eddie Guzelian basato sui personaggi creati da A.A.Milne
Musiche
Harry Gregson
Montaggio
Robert Fisher jr.

Orig.: Stati Uniti (2000) - Sogg.: Eddie Guzelian basato sui personaggi creati da A.A.Milne - Scenegg.: Jun Falkenstein - Mus.: Harry Gregson-Williams con le canzoni scritte da Richard M.Sherman & Robert B.Sherman - Montagg.: Robert Fisher jr. - Dur.: 77' - Produz.: Walt Disney Television Animation.

Soggetto

Nel bosco Tigro vive insieme ad alcuni ottimi amici ma é triste perché non ci sono altri tigrotti come lui con cui possa andare a saltellare. Allora decide di attraversare il bosco dei Cento Acri per andare alla ricerca di suoi simili e dell'albero genealogico "più gigantissimo e grandemente grande che ci sia". La ricerca risulta vana, ma in quel momento Tigro riceve una lettera mandatagli dai suoi amici che lo hanno inseguito e sorvegliato. Per dargli nuova fiducia, Winnie l'orsetto, Roo il cangurino, Tappo il coniglio, Pimpi il porcellino e gli altri del gruppo, decidono di mascherarsi da tigri e andare a casa dello sfortunato amico. Tigro li accoglie con grande entusiasmo, li invita finalmente a saltare tutti insieme. Ma la verità viene fuori: scoperto l'inganno, Tigro si allontana nella bufera. Dopo un inseguimento pieno di pericoli e una burrasca spaventosa, Tigro e gli altri si ricongiungono. Ora Tigro capisce che quello dei suoi amici, anche se non sono tigrotti, é un affetto autentico, e possono essere proprio loro la famiglia che lui da tempo cercava.

Valutazione Pastorale

Il 24 dicembre 1925 sul 'London Evening News' fu pubblicata la prima storia di Winnie the Pooh, scritta dal drammaturgo e giornalista A.A.Milne dietro suggerimento della moglie Daphne e dopo che il loro figlio Christopher allo zoo di Londra aveva fatto amicizia con un orso grigio di nome Winnie. Da quella e da altre storie sono stati tratti alcuni cortometraggi, mentre questo è il primo lungometraggio realizzato per il grande schermo e affidato per l'animazione alla Walt Disney Animation in Giappone. E' indubbio che il tratto del disegno e i contorni degli animaletti si distaccano dal cartoon Disney comunemente inteso: c'è sempre la sensazione di qualcosa di irrisolto, di non perfettamente compiuto. Manca la capacità di trasmettere fantasia, manca quella poesia che nasce anche dalla giusta rappresentazione dei contrasti (bene/male, buono/cattivo). Qui il racconto ha un tono di apologo chiaro ed evidente: affetto,amicizia, amore sono valori che si possono trovare non solo tra i nostri simili ma anche in chi é diverso da noi. La ricerca di se stessi può avvenire anche con l'aiuto di chi ci sta vicino. Messaggi significativi detti in modo facile e accattivante, indirizzati ad un pubblico di piccoli e piccolissimi. Forse, questa volta, in alcune voci il doppiaggio non è del tutto indovinato. Resta comunque, dal punto di vista pastorale, un prodotto del tutto positivo, da valutare come accettabile, semplice, e da indicare per famiglie. UTILIZZAZIONE: il film é da utilizzare in programmazione ordinaria e in altre circostanze come spettacolo di simpatico intrattenimento per bambini.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film