TARTARUGHE NINJA III

Valutazione
Accettabile, Semplice
Tematica
Film per ragazzi
Genere
Fantastico
Regia
Stuart Gillard
Durata
92'
Anno di uscita
1993
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
TEENAGE MUTANT NINJA TURTLES III
Distribuzione
Fox
Soggetto e Sceneggiatura
Stuart Gillard ispirato ai personaggi creati da Kevin Eastman, Peter Laird
Musiche
John Du Prez
Montaggio
William D. Gordean, James R. Symons

Sogg.: ispirato ai personaggi creati da Kevin Eastman, Peter Laird - Scenegg.: Stuart Gillard - Fotogr.: (normale/a colori) David Gurfinkel - Mus.: John Du Prez - Montagg.: William D. Gordean, James R. Symons - Dur.: 92' - Produz.: Thomas K. Gray, Kim Dawson, David Chan

Interpreti e ruoli

Paige Turco (April O'Neil), Elias Koteas (Whit Whitley), Stuart Wilson (Dirk Walker), David Fraser (Michelangelo), Jim Raposa (Donatello), Matt Hill (Raffaello), Mark Caso (Leonardo), Sab Shimono, Vivian Wu, James Murray, Henry Mayashi, John Aylward

Soggetto

Michelangelo, Raffaello, Donatello e Leonardo le quattro tartarughe ninja su cui nelle fogne di New York vigila il topone Splintera causa di uno strano oggetto di antiquariato orientale qualcosa fra lo scettro e il lanternone acquistato dalla loro amica giornalista April O'Neil vengono coinvolti in incredibili eventi. April si dissolve nell'aria, mentre davanti ai loro occhi si materializza Kenshin -principe giapponese del '600, figlio del bellicoso Norinaga, signore di un feudo che ha mosso una ingiusta guerra ad una provincia, in ciò aiutato da un mercante inglese (il capitano Dirk Walker) e, poiché l'oggetto misterioso è scomparso (ora si trova nel feudo di Norinaga), le quattro tartarughe devono fare un viaggio arretrando nel tempo al XVII° secolo per recarsi nelle terre del feudatario. Con loro si trova April, ritenuta strega o spia, mentre quattro sacerdoti per 60 ore resteranno a New York, scambiandosi con le quattro tartarughe e mentre lo stesso Kenshin –principe buono a differenza del padrefarà compagnia a Splinter. I quattro debbono riportare a casa la loro amica giornalista, a dispetto delle diavolerie dello scettro. Da qui ostacoli e peripezie, anche perché nel feudo c'è la principessa Mitsu (amata da Kenshin), postasi a capo di ribelli in lotta contro Norinaga. Michelangelo (che intanto ha ritrovato in un bosco lo scettro) viene catturato, perché creduto con gli altri al servizio del feudatario. Nel frattempo Leonardo, Raffaello e Donatello riescono a penetrare nel castello per tentare di liberare April con l'aiuto di Whit Whitley un pirata dell'equipaggio di Walker. Alleatisi poi con i ribelli, assistono all'incendio di un villaggio da parte degli uomini di Walker, che si è offerto di vendere armi a Norinaga. Michelangelo riesce a fuggire e salva dalle fiamme Yoshi, il fratellino di Mitsu. I ribelli allora non vedono più nelle tartarughe dei "demoni" armati, ma degli amici. Yoshi ha ritrovato lo scettro e lo ha nascosto; poi capisce che esso serve ai quattro ninja per tornare nel loro mondo insieme ad April.

Valutazione Pastorale

impresa vana riassumere imprese e fantasie del genere: rispetto ai film precedenti l'inventiva appare meno fertile e le trovate hanno una resa più fiacca. D'altro canto, i malvagi di turno vengono regolarmente sconfitti e i buoni hanno il sopravvento. I trucchi sono i soliti; il meglio sta nei duelli spericolati, nel mulinare delle spade e nelle acrobazie incredibili, dove le arti marziali fanno faville. Insomma un film semplice e accettabile ma nulla di più.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film