TERMINAL VELOCITY *

Valutazione
Accettabile-riserve, Crudezze
Tematica
Genere
Spionaggio
Regia
Deran Sarafian
Durata
102'
Anno di uscita
1995
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
TERMINAL VELOCITY
Distribuzione
Buena Vista International Italia
Soggetto e Sceneggiatura
David Twohy
Musiche
Joel McNeely
Montaggio
Frank J.Urioste, Peck Prior

Sogg. e Scenegg.: David Twohy - Fotogr.: (scope/a colori) Oliver Wood - Mus.: Joel McNeely - Montagg.: Frank J.Urioste, Peck Prior - Dur.: 102' - Produz.: Scott Kroopf, Tom Engelman

Interpreti e ruoli

Charlie Sheen (Ditch Brodie), Nastassia Kinski (Chris Morrow), James Gandolfini (Ben Pinkwater), Christopher McDonald (Kerr), Gary Bullock (Lex), Hans R. Howes (Sam), Melvin Van Peeples (Noble), Suli McCullough, Cathryn De Prume, Richard Sarafian jr., Lory Lynn Dickerson, Terry Finn, Martha Vazquez

Soggetto

allo spericolato paracadutista Ditch Brodie si presenta una giovane bionda che desidera effettuare il suo primo lancio. Il giovanotto già assapora l'avventura: plausibile quindi il suo sconcerto quando la donna, Chris Morrow, si sgancia dalla cima di sicurezza e precipita sfracellandosi al suolo. Ma la tensione aumenta quando egli scopre che la medesima non solo è viva, ma è una provetta parà, nonché, come una sua amica uccisa, agente dell'ex KGB, impegnata a recuperare l’oro, destinato alla ricostruzione del paese, trafugato a bordo di un aereo sovietico, e dirottato dalla mafia russa per essere convertito in dollari tramite un corrotto acquirente statunitense. Chris coinvolge Ditch, ex campione olimpico di ginnastica, al recupero dell'oro, il che comporta lanci notturni, incursioni in centrali elettriche alla ricerca di scanner elettronici per localizzare l'aereo perduto, ed infine la rincorsa, nei cieli dell'Arizona, della giovane che è stata chiusa nel portabagagli di una spider rossa collocata in un cargo e destinata ad essere sganciata in un lago dagli ex colleghi, tra cui primeggia il suo ex capo, Ben Pinkwater. Con un'acrobatica manovra, Ditch sale a bordo del cargo e si getta nel vuoto con l'automobile, riuscendo a liberare Chris e ad atterrare tra enormi mulini a vento malgrado il tentativo di Pinkwater d'accoltellare la giovane. Raggiunta Mosca, Chris e Ditch, nel corso di una cerimonia ufficiale, vengono decorati.

Valutazione Pastorale

film accettabile, nonostante la crudezza di certe scene. Oltretutto il tono dichiaratamente brillante ed ironico con cui vengono presentate situazioni cariche di suspense tempera alquanto la carica emotiva delle stesse. Il pregio risiede soprattutto nelle sequenze dei lanci in caduta libera, girate con proverbiale professionalità. La sequenza del lancio della spider rossa nel vuoto è veramente spettacolare. Il clima della storia di spionaggio, con le sequenze da brivido suaccennate, è pervaso da un tono umoristico che vorrebbe dare leggerezza e costituire un contraltare alla sostanza drammatica del discorso, ma non riesce nel compito, innanzitutto perché la trama drammatica, pur narrata con diligenza e diretta con mestiere, manca di spessore autentico e sembra solo un pretesto per presentare efficaci effetti speciali. Il risvolto spiritoso e, soprattutto, le battute ironiche dei due protagonisti nel mezzo di sequenze drammatiche vengono vanificate per la scarsa presenza e idoneità alla parte dei due attori, in particolare di Charlie Sheen, di un’inespressività congenita.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film - SerieTV