THE DEPARTED

Valutazione
Discutibile, crudezze**
Tematica
Gangster, Mafia
Genere
Drammatico
Regia
Martin Scorsese
Durata
150'
Anno di uscita
2006
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
The Departed
Distribuzione
Medusa Film
Soggetto e Sceneggiatura
William Monahan ispirato al film "Infernal Affairs"
Musiche
Howard Shore
Montaggio
Thelma Schoonmaker

Orig.: Stati Uniti (2006) - Sogg.: ispirato al film "Infernal Affairs" (Hong Kong, 2002) - Scenegg.: William Monahan - Fotogr.(Scope/a colori): Michael Ballhaus - Mus.: Howard Shore - Montagg.: Thelma Schoonmaker - Dur.: 150' - Produz.: Graham King, Brad Grey, Brad Pitt, Gianni Nunnari.

Interpreti e ruoli

Leonardo Di Caprio (Billy Costigan), Matt Damon (Colin Sullivan), Jack Nicholson (Frank Costello), Mark Wahlberg (serg. Dignam), Martin Sheen (cap. Queenan), Ray Winstone (French), Vera Farmiga (Madolyn), Alec Baldwin (cap. Ellerby), Anthony Anderson (Brown)

Soggetto

A South Boston Billy Costigan, giovane recluta della polizia, viene scelto per infiltrarsi nella banda guidata dal boss mafioso Frank Costello. Mentre Billy lavora per guadagnarsi la fiducia del 'suo capo', un altro poliziotto suo coetaneo, Colin Sullivan, dopo aver conquistato un posto all'interno della Squadra Speciale Investigativa, é incaricato di occuparsi direttamente della missione che deve portare alla eliminazione della banda di Costello. Quello che nessuno sa é che Colin in realtà lavora proprio per Costello e tiene il boss aggiornato sulle mosse della polizia. Quando, dopo molto tempo e tanti morti ammazzati, i giochi sporchi vengono alla luce, ad essere eliminato non é solo Costello ma tutti quelli che avevano agito con lui.

Valutazione Pastorale

Scorsese si é ispirato al thriller poliziesco "Internal Affairs", girato a Hong Kong nel 2002, campione dk incassi in Asia ancora prima di arrivare nelle sale americane nel 2004. La versione scorsesiana é sontuosa, incalzante, ineccepibile quanto a ritmo, suspence, azione. E tuttavia dentro questa sfrenata ronde di inseguimenti, sguardi di traverso, agguati, sparatorie, parole dure come pietre, si avverte che manca qualcosa. Il montaggio serrato, frenetico copre ogni possibile spazio di attesa, di respiro, di costruzione di una personalità. Lo schema relativo al meccanismo del poliziesco-thriller é così perfettamente dominato da Scorsese da indurre nell'attesa di qualcos'altro. Che invece non arriva. Forse una riflessione più profonda sul tema del tradimento, una maggiore attenzione al mescolarsi di Bene e Male. Forse. Certo é ben lontana l'angoscia metafisica di "Toro scatenato". Dal punto di vista pastorale, il film é da valutare come discutibile, e segnato da molte crudezze, ancorchè in parte rese necessarie dalla storia raccontata. UTILIZZAZIONE: il film può essere utilizzato in programmazione ordinaria, e recuperato in altre circostanze nell'ambito del cinema di 'genere'. Attenzione é comunque da tenere per i più piccoli in vista di passaggi televisivi o di uso di VHS e DVD.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film - SerieTV