THE MANCHURIAN CANDIDATE

Valutazione
Accettabile, superficialità
Tematica
Famiglia - genitori figli, Libertà, Potere
Genere
Thriller
Regia
Jonathan Demme
Durata
130'
Anno di uscita
2004
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
The Manchurian candidate
Distribuzione
United International Pictures
Soggetto e Sceneggiatura
Daniel Pyne, Dean Georgaris tratto dal romanzo omonimo di Richard Condon e ispirato al film "Va e uccidi" di John Frankenheimer
Musiche
Rachel Portman
Montaggio
Carol Littleton, Craig McKay

Orig.: Stati Uniti (2004) - Sogg.: tratto dal romanzo omonimo di Richard Condon e ispirato al film "Va e uccidi" di John Frankenheimer (1962) - Scenegg.: Daniel Pyne, Dean Georgaris - Fotogr.(Normale/a colori): Tak Fujimoto - Mus.: Rachel Portman - Montagg.: Carol Littleton, Craig McKay - Dur.: 130' - Produz.: Tina Sinatra, Scott Rudin, Jonathan Demme, Ilona Herberg.

Interpreti e ruoli

Denzel Washington (Ben Marco), Meryl Streep (Eleanor Prentiss Shaw), Liev Schreiber (Raymond Shaw), Jon Voight (Thomas Jordan), Kimberly Elise (Rosie), Jeffrey Wright (Al Melvin), Ted Levine (colonnello Howard), Bruno Ganz (Richard Delp), Simon McBurney (Atticus Noyle), Vera Farmiga (Jocelyn Jordan), Robyn Hitchcock . (Laurent Tokar)

Soggetto

Ormai da qualche tempo Bennett Marco, maggiore dell'esercito degli Stati Uniti, passa notti in cui dorme poco e male. La guerra in Kuwait nel 1991 e l'eroismo dell'allora giovane sergente Raymond Shaw premiato per aver salvato il plotone di Marco sono argomenti che affronta volentieri nei discorsi in scuole e accademie. Ma la notte il maggiore é tormentato da altri pensieri: sospetta infatti che in quella battaglia due soldati non siano morti per opera del nemico e che Shaw non sia quell'eroe che tutti dicono. Quando proprio Shaw si candida alla Vicepresidenza nelle imminenti elezioni sotto la protezione della madre, l'influente senatrice Eleanor Prentiss, Marco sente che è il momento di fare chiarezza su quegli eventi. Si scontra così con i vertici militari, viene dichiarato mentalmente instabile, e tuttavia riesce a ricostruire i frammenti di un piano in base al quale la potente Manchurian Globe é riuscita a pilotare tutta la vita e la carriera di Shaw: inserendo, in accordo con la madre, un chip nel suo cervello. Quando arriva il giorno della proclamazione degli eletti, Marco con un ultimo slancio elimina sia Shaw che la mamma.

Valutazione Pastorale

Dal romanzo omonimo di Richard Condon era già stato tratto nel 1962 il film "Va e uccidi", diretto da John Frankenheimer e interpretato da Frank Sinatra (Marco) Lawrence Harvey (Shaw), Angela Lansbury (Eleanor). E' meglio però non fare confronti. Per quanto suggestivo nel mettere in primo piano le avanzate possibilità di controllo dei grandi gruppi economici sulla vita pubblica delle nazioni, questo thriller fantapolitico è diretto da Demme con poca convinzione, eccessivo accumulo di materia narrativa, verbosità di dialoghi. La denuncia così risulta abbassata nei toni e poco incisiva. Soprattutto i personaggi di Shaw e della madre Eleanor risultano costruiti in modo approssimativo e affrettato. Lo spettacolo comunque c'é e l'allarme é lanciato, Così il film, dal punto di vista pastorale, é da valutare come accettabile, ma segnato da una generale superficialità. UTILIZZAZIONE: il film può essere utilizzato in programmazione ordinaria, e proposto in confronto con il precedente del 1962 per una curiosa verifica di eventuali cambiamenti di tempi, modi, atteggiamenti.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film