THE MASK – DA ZERO A MITO *

Valutazione
Accettabile-riserve, Brillante
Tematica
Genere
Fantastico
Regia
Charles Russell
Durata
102'
Anno di uscita
1994
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
THE MASK
Distribuzione
Cecchi Gori Group
Soggetto e Sceneggiatura
Michael Fallon, Mark Verheiden, Mike Wer Basato su personaggi creati da Dark Horse Comics
Musiche
Randy Edelman
Montaggio
Arthur Coburn

Sogg.: Basato su personaggi creati da Dark Horse Comics - Scenegg.: Michael Fallon, Mark Verheiden, Mike Wer - Fotogr.: (panoramica/a colori) John R.Leonetti - Mus.: Randy Edelman - Montagg.: Arthur Coburn - Dur.: 102' - Produz.: Bob Engelma

Interpreti e ruoli

Jim Carrey (Stanley Ipkiss), Peter Riegert (Mitch Kellaway), Peter Greene (Dorian), Amy Yasbeck (Peggy Brandt), Richard Jeni (Charlie Schumaker), Orestes Matacena (Niko), Cameron Diaz (Tina Carlyle), Nancy Fish, Johnny Williams, Reginald E.Cathey, Jim Doughan, Denis Forest, Timothy Bagley

Soggetto

Stanley Ipkiss, un timido bancario vessato dall'arcigna padrona di casa e dal capufficio, trova incredibile che una seducente bionda, Tina Carlyle, voglia parlare con lui anziché col collega Charlie Schumaker, per aprire un conto in banca. In realtà la donna sta filmando l'interno della banca per favorire la rapina di Dorian, il fidanzato gangster che necessita di fondi per conquistate il trono del suo boss, Niko. Allontanato per un malinteso dal Coco Bongo Club, dove Charlie lo ha invitato la sera con due giovani, Ipkiss, bloccato su un ponte dalla panne dell'automobile, trova nel fiume una maschera antica che indossata gli conferisce superpoteri: così atterrisce la padrona di casa e una banda di teppisti; rapina la banca prima dei soci di Dorian; balla con Tina al Coco Bongo e ridicolizza i gangster. Il tenente Mitch Kellaway lo sospetta, e le impronte corrispondenti gli danno la prova che sia lui "The Mask". Dopo che, incontrata Tina al parco, si è liberato della polizia della città, che lo pedinava, viene avvicinato da Peggy Brandt, una cronista sedicente sua amica, che lo fa catturare da Dorian. Il bandito, indossata la maschera, lo consegna alla polizia. Rinchiuso in carcere ne evade aiutato dal fido cagnolino Milo, e sequestrando Kellaway, Ipkiss si reca al Coco Bongo, dove Dorian vuole liberarsi, con la dinamite, dell'infedele Tina e di Niko durante l'annuale festa di beneficenza. Ipkiss ingaggia una colluttazione con Dorian, cui Tina con un colpo d'astuzia ha fatto togliere la maschera che, recuperata dal prode cagnetto, viene indossata da Stanley giusto in tempo per inghiottire la carica di dinamite, rendendola innocua. La polizia arresta così Dorian ed i suoi, ed il sindaco presente, ordina a Kellaway di lasciar andare l'eroico Ipkiss. Ormai certo dell'affetto di Tina, getta la maschera nel fiume, ma l'amico Charlie tenta di recuperarla, preceduto però dal prode cagnolino.

Valutazione Pastorale

anche questo film conferma che si può divertire, intrattenere, far ridere senza volgarità e senza grossolanità. Il film, interpretato da Jim Carrey, testimoniando l'indubbia intelligenza di questo comico d'oltreoceano, che ha ammorbidito i toni esasperati e grotteschi, filtrandoli e depurandoli dalla grossolanità e dalla volgarità, e sempre mantenendo un ritmo molto serrato, dà vigore ad una commedia dove l'aspetto fantastico e surreale degli effetti speciali, a volte decisamente esilaranti, non nasconde una lezione di fondo: ognuno deve soprattutto cercare di essere se stesso ed avere più fiducia nei propri mezzi, piuttosto che desiderare il magico marchingegno, che sia la maschera, o la lampada di Aladino, o il filtro del dottor Jekill, per dare corpo ai propri desideri ed ai propri sogni segreti. Alcune scene e situazioni motivano delle riserve.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film - SerieTV