THE OPPOSITE OF SEX – L’ESATTO CONTRARIO DEL SESSO

Valutazione
Inaccettabile, negativo
Tematica
Adolescenza, Famiglia, Sessualità
Genere
Grottesco
Regia
Don Roos
Durata
Anno di uscita
1998
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
The opposite of sex
Distribuzione
Lucky Red

Orig. : Stati Uniti (1997) - Sogg. e scenegg. : Don Roos - Fotogr. (Normale/ a colori) : Hubert Taczanowski - Mus. : Mason Daring - Montagg. : David Codron - Dur. : 105' - Produz. : David Kirpatrick, Michael Besman - VIETATO AI MINORI DI 18 ANNI.

Interpreti e ruoli

Christina Ricci (Dedee Truitt), Martin Donovan (Bill Truitt), Lisa Kudrow (Lucia), Lyle Lovett (Carl Tippett), Johnny Galecki (Jason), Ivan Sergei (Matt Mateo), William Lee Scott . (Randy)

Soggetto

Dedee Truitt, sedici anni, lascia la casa in Louisiana e va a vivere dal fratellastro Bill, insegnante d'inglese, scrupoloso, tranquillo e gay. Bill vive in una cittadina dell'Indiana, é rimasto solo e ricco dopo che il suo amante é morto di AIDS e ora sta cercando di rifarsi una vita con Matt, un nuovo ragazzo. Lucia, sorella dell'amante morto e sessualmente reporessa, è diffidente verso Dedee e cerca di proteggere Bill. Succede infatti che Dedee, attratta da Matt, seduce il ragazzo e lo convince a non essere più gay. Poco dopo Dedee rivela di essere incinta di Matt e quindi lo convince a rubare 10mila dollari a Bill e a scappare insieme a Los Angeles. A complicare le cose ci si mette Jason l'ex amante che Matt aveva lasciato e che ora fa scoppiare uno scandalo nella scuola dove insegna Bill, costringendo Bill e Lucia ad una ricerca disperata di Matt e Dedee per scagionarlo. Lo sceriffo Carl li insegue finisce per innamorarsi di Lucia. Nasce il bambino di Dedee e Lucia è incinta di Carl. Presi e processati i fuggiaschi, Matt viene assolto, Dedee va in prigione per sei mesi. Scontata la pena, Dedee lascia la casa di Bill e si mette sulla strada a fare l'autostop. Guardando verso la m.d.p. dice: "Dopo quell'estate non sono più stata la stessa".

Valutazione Pastorale

La lettura del soggetto offre già un'idea abbastanza attendibile del tipo di realizzazione: siamo di fronte a quella fascia di prodotti americani che accumulano una dose illimitata di situazioni esaperate e sopra le righe per farne oggetto, nelle migliori intenzioni, di critica e presa in giro di certe convenzioni sociali. Tutto quel che concerne rapporti familiari-parentali-amicali e varianti sessuali viene messo in campo:con contorno di etero e omosessualità. Il tono é certamente grottesco. Ma basta qualche atteggiamento scherzoso a motivare la pesantezza di situazioni proposte 'a tesi' come le nuove realtà con cui fare i conti?. In questo caso va detto che non basta. Qui infatti non si vuole ragionare e riflettere ma solo stupire, indignare, scandalizzare, prendere in giro in modo facile e supponente. Con la solita conclusione 'moralistica' dell'insegnamento di vita che serve a maturare e a vivere meglio. Un simile percorso narrativo è certamente da respingere. Dal punto di vista pastorale, il film é da valutare come inaccettabile, e nell'insieme negativo. UTILIZZAZIONE: sia in programmazione ordinaria sia in altre occasioni, l'utilizzazione é da evitare.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film