THE SENTINEL

Valutazione
Accettabile, semplice
Tematica
Giallo - Triller
Genere
Thriller
Regia
Clark Johnson
Durata
108'
Anno di uscita
2006
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
The Sentinel
Distribuzione
01 Distribution
Soggetto e Sceneggiatura
George Nolfi tratto dal romanzo omonimo di Gerald Petievich
Musiche
Christophe Beck
Montaggio
Cindy Mollo

Orig.: Stati Uniti (2006) - Sogg.: tratto dal romanzo omonimo di Gerald Petievich - Scenegg.: George Nolfi - Fotogr.(Scope/a colori): Gabriel Beristain - Mus.: Christophe Beck - Montagg.: Cindy Mollo - Dur.: 108' - Produz.: Michael Douglas, Marcy Drogin, Arnon Milchan.

Interpreti e ruoli

Michael Douglas (Pete Garrison), Kiefer Sutherland (David Breckinridge), Eva Longoria (Jill Martin), Martin Donovan (William Montrose), Kim Basinger (Sarah Ballentine), Simon Reynolds ( la first lady), David Rasche (Tom Di Paola), Kristin Lehman (Presidente Ballentine), Raynor Scheine (Cindy Breckinridge), (Walter Xavier)

Soggetto

C'è una talpa all'interno dei Servizi Segreti adibiti alla sicurezza della Casa Bianca. Dopo la morte di alcuni agenti, i sospetti cadono su Pete Garrison, il più anziano ed esperto, capo della sorveglianza della First Lady. Per difendersi, Pete scappa ma può ancora contare sull'aiuto proprio della First Lady, con la quale ha da tempo una relazione. Assumendosi grossi rischi, Peter riesce però a sbrogliare la mtassa, ad individuare il vero traditore e a porre fine al legame con la moglie del Presidente. Per lui è il momento della pensione.

Valutazione Pastorale

La Casa Bianca rappresenta ormai un vero e proprio 'sottogenere' all'interno del genere, in senso lato, 'thriller/spionaggio/politica'. Qui c'è poco di nuovo, se non il fatto che la storia (doverosamente sentimentale e patriottica, tutta improntata sullo scontro tra buoni e cattivi) ha il pregio di non annoiare, grazie al ritmo impresso alle immagini. E' ciò che, al tirar delle somme, rende tanto cinema americano di poco peso, pur sempre vedibile in modo del tutto rilassato: un bel montaggio, attori bravi, giusta suspence. Dal punto di vista pastorale, il film é da valutare come accettabile e senz'altro semplice. UTILIZZAZIONE: il film può essere utilizzato in programmazione ordinaria e recuperato come spettacolo piacevole e di facile fruizione.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film