THE SPECIAL NEED

Valutazione
Consigliabile, Problematico, dibattiti
Tematica
Amicizia, Donna, Handicap, Sessualità
Genere
Documentario
Regia
Carlo Zoratti
Durata
84'
Anno di uscita
2014
Nazionalità
Germania, Italia
Titolo Originale
/////
Distribuzione
Tucker Film
Musiche
Dario Moroldo
Montaggio
David Hartmann

Orig.: Italia/Germania (2013) - Sogg. e scenegg.: Cosimo Bizzarri, Carlo Zoratti - Fotogr.(Normale/a colori): Julian Elizalde - Mus.: Dario Moroldo - Montagg.: David Hartmann - Dur.: 84' - Produz.: Henning Kamm, Erica Barbiani.

Interpreti e ruoli

Enea Gambino (Enea), Alex Nazzi (Alex), Carlo Zoratti (Carlo), Bruna Savorgnian, Carla Meneghin, Pia Covre, Carla Corso, Ute Prankl, Lothar Sandfort, Francesca Mucignat, Nerino Gambino, Elia Gambino.

Soggetto

Enea ha trent'anni, un lavoro e un problema sempre più incombente: avere il primo rapporto d'amore. Carlo e Alex, i suoi amici storici, lo vogliono aiutare, lo convincono a seguirli, cominciano insieme un viaggio che ha come obiettivo: esaudire il desiderio di Enea, superando la rete dell'autismo in cui lui è prigioniero. Da Udine il percorso si allunga fuori d'Italia, fino all'Austria. Dove sarà possibile trovare le condizioni giuste per risolvere quella emergenza.

Valutazione Pastorale

I personaggi sono tutti veri: Enea si chiama Enea Gambino; Carlo e Alex sono Carlo Zoratti e Alex Nazzi. Dice Zoratti: " Nel 2012, quando sono cominciate le riprese, non sapevamo dove sarebbe arrivata la nostra storia, quale sarebbe stata la strada. Ogni giorno Enea cambiava traiettoria e io dovevo seguirlo, accettando che fosse lui a guidarmi. A luglio abbiamo consegnato un film finito, iperfetto, sgangherato che non parla solo di sessualità, ma di amicizia e di come siamo fatti noi esseri umani (...)". L'importanza del film è in effetti nei suoi traguardi che si pone, nelle situazioni che provoca e che interpellano comunque chi guarda. Documento e finzione si incrociano, si avvicinano, si scambiano i ruoli. C'è una realtà che la finzione aiuta a superare. Ricordiamoci di Enea, pensiamo all'incontro tra noi e gli altri. Dal punto di vista pastorale, il film è da valutare come consigliabile, problematico e adatto per dibattiti.

Utilizzazione

Il film è da utilizzare in programmazione ordirnaria e, meglio, in occasioni mirate per avviare riflessioni sul tena centrale che affronta, anche con molti, auspicabili contributi esterni.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film - SerieTV