THE WATER HORSE: LA LEGGENDA DEGLI ABISSI

Valutazione
Accettabile, semplice
Tematica
Amicizia, Animali, Avventura, Bambini, Famiglia, Film per ragazzi, Guerra
Genere
Fantastico
Regia
Jay Russell
Durata
110'
Anno di uscita
2008
Nazionalità
Gran Bretagna, Stati Uniti
Titolo Originale
The Water Horse - The Legend of Deep
Distribuzione
Sony Pictures Releasing Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Robert Nelson Jacobs tratto dal libro per ragazzi "The Water Horse" di Dick King Smith
Musiche
James Newton Howard
Montaggio
Mark Warner

Orig.: Gran Bretagna/Stati Uniti (2007) - Sogg.: tratto dal libro per ragazzi "The Water Horse" di Dick King Smith - Scenegg.: Robert Nelson Jacobs - Fotogr.(Scope/a colori): Oliver Stapleton - Mus.: James Newton Howard - Montagg.: Mark Warner - Dur.: 110' - Produz.: Barry M. Osborne, Charlie Lyons, Robert Bernstein, Douglas Rae.

Interpreti e ruoli

Emily Watson (Anne MacMorrow), Alex Etel (Angus MacMorrow piccolo), Ben Chaplin (Lewis Mowbray), David Morissey (cap. Hamilton), Brian Cox (Angus anziano), Geraldine Brophy (Gracie), Priyanka Xi (Kirstie MacMorrow), Marshall Napier (serg. Strunk)

Soggetto

Durante la seconda guerra mondiale, Angus, ragazzo scozzese, porta a casa un uovo dal quale di lì a poco esce una strana creatura, cher Angus fa crescere finché può di nascosto alla mamma. Quando cresce l'animale diventa una sorta di cavallo acquatico, di dimensioni enormi e difficilmente controllabile. Nelal gramnde casa dove Angus vive si è insediata una compagnia di soldati inglesi per contrastare eventuali attacchi tedeschi dal mare. Così la crescita di Angus, la presenza dell'animale e la guerra con tutti suoi guasti si intrecciano fino a comporre la leggenda del mostro di Loch Ness.

Valutazione Pastorale

Tratta da un libro per ragazzi, la storia è piacevole, si fa seguire con attenzione, e unisce con giusta misuta spunti di Storia (la guerra mondiale) con toni da favola. Girato con cura, sempre compatto, forse un po' prevedibile nel seguire la crescita caratteriale del ragazzino (la sua 'formazione' alla vita), il copione resta scorrevole e simpatico. Dal punto di vista pastorale, il film é da valutare come accettabile e del tutto semplice.

Utilizzazione

Il film é da utilizzare in programmazione ordinaria e da proporre in altre occasioni per un pubblico di bambini e ragazzi.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film