TI ODIO, TI LASCIO, TI…

Valutazione
Accettabile, brillante
Tematica
Matrimonio - coppia
Genere
Commedia
Regia
Peyton Reed
Durata
105'
Anno di uscita
2006
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
The Break Up
Distribuzione
United International Pictures
Soggetto e Sceneggiatura
Jeremy Garelick, Jay Lavender Vince Vaughn, Jeremy Garelick, Jay Lavender
Musiche
Jon Brion
Montaggio
David Rosenbloom, Dan Lebental

Orig.: Stati Uniti (2006) - Sogg.: Vince Vaughn, Jeremy Garelick, Jay Lavender - Scenegg.: Jeremy Garelick, Jay Lavender - Fotogr.(Normale/a colori): Eric Edwards - Mus.: Jon Brion - Montagg.: David Rosenbloom, Dan Lebental - Dur.: 105' - Produz.: Vince Vaughn, Scott Stuber.

Interpreti e ruoli

Jennifer Aniston (Brooke Meyers), Vince Vaughn (Gary Grobowski), Joey Lauren Adams (Addie), Ann-Margret (Wendy Meyers), Jason Bateman (Riggleman), Judy Davis (Marilyn Dean), Vincent D'Onofrio (Dennis Grobowski), Jon Favreau (Johnny O), Cole Hauser (Lupus Grobowski), John Michael Higgins (Richard Meyers), Justin Long (Christopher), Peter Billingsley . (Andrew)

Soggetto

A Chicago Gary e Brooke si innamorano, si sposano, cominciano a litigare. Quando nessuno dei due vuole lasciare l'appartamento nel quale hanno vissuto insieme e che hanno arredato con cura, prende il via una guerra senza esclusione di colpi. L'uno cerca di scatenare la gelosia dell'altra, organizzando festini nel salone (lui), facendo salire a casa lo spasimante di turno (lei). La riconciliazione non arriva e infine i due si separano. Tempo dopo (é inverno, si avvicina il Natale) Gary e Brooke si rivedono per caso in strada. Scambiano qualche parola, si danno un appuntamento, quando si allontanano si voltano a guardarsi.

Valutazione Pastorale

Si tratta di un film che ha tutti i requisiti della commedia sentimentale, tra innamoramento, incomprensioni, equivoci. La trama è doverosamente esile, gli sviluppi sono un po' prevedibili, il coro dei personaggi di contorno (amici, parenti, consulenti...) oscilla tra alcune figurine azzeccate e altre del tutto stiracchiate. Il tono prevalente però é misurato, evita eccessi e situazioni sopra le righe, riconducendo il tutto alla ennesima variazione sulle schermaglie di coppia nella grande metropoli americana. Dal punto di vista pastorale, il film é da valutare come accettabile, e in prevalenza brillante. UTILIZZAZIONE: il film può essere utilizzato in programmazione ordinaria, e recuperato come occasione di svago di facile fruizione. Qualche attenzione é da tenere per i più piccoli in vista di passaggi televisivi o di uso di VHS e DVD.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film