TO ROME WITH LOVE

Valutazione
Brillante, Consigliabile
Tematica
Cinema nel cinema, Famiglia, Famiglia - genitori figli, Il comico, Musica
Genere
Commedia
Regia
Woody Allen
Durata
105'
Anno di uscita
2012
Nazionalità
Stati Uniti
Distribuzione
Medusa Distribuzione
Musiche
brani di autori vari
Montaggio
Alisa Lepselter

Orig.: Stati Uniti (2012) - Sogg. e scenegg.: Woody Allen - Fotogr.(Panoramica/a colori): Darius Khondji - Mus.: brani di autori vari - Montagg.: Alisa Lepselter - Dur.: 105' - Produz.: Letty Aronson, Stephen Tenenbaum, Giampaolo Letta, Faruk Alatan.

Interpreti e ruoli

Woody Allen (Jerry), Alec Baldwin (John), Roberto Benigni (Leopoldo), Penelope Cruz (Anna), Judy Davis (Phyllis), Jesse Eisenberg (Jack), Greta Gerwig (Sally), Ellen Page . (Monica), Alessandro Tiberi (Antonio), Alessandra Mastronardi (Milly), Antonio Albanese (Luca Salta), Fabio Armillato (Giancarlo), Flavio Parenti (Michelangelo), Alison Pill (Hayley), Riccardo Scamarcio (ladro d'albergo), Ornella Muti (Pia Fusari), Simona Caparrini (zia Giovanna), Sergio Solli (autista di Leonardo), Roberto Della Casa (zio Paolo), Monica Nappo (Sofia), Rosa Di Brigida (Mariangela), Sergio Bustric Corrado Fortuna (sig. Massucci), Giovanni Esposito, Cecilia Capriotti, Lina Sastri, Marta Zoffoli, Lino Guanciale, Fabio Bonini, Marina Rocco, Augusto Fornari, Mariano Rigillo, Gian Marco Tognazzi, Vinicio Marchionni, Ninni Bruschetta, Giuliano Gemma, Maria Rosaria Omaggio ., Carol Alt

Soggetto

In vacanza a Roma, dove ha vissuto negli anni giovanili, il famoso architetto John passeggia nel suo vecchio quartiere e incontra Jack, un giovane abbastanza simile a lui. Lo osserva mentre si innamora di Monica, l'amica della sua ragazza Sally, cerca di dargli alcuni consigli ma inutilmente. Intanto Jerry, discografico in pensione con la passione per l'opera lirica, arriva a Roma con la moglie Phyllis per conoscere il fidanzato italiano della figlia Hayley. Jerry si accorge che Giancarlo, il padre del ragazzo che di mestiere fa l'impresario delle pompe funebri, ha una voce degna della Scala. Solo che per cantare al meglio ha bisogno di essere sotto la doccia. Da anonimo cittadino, Leopoldo Pisanello diventa all'improvviso uno degli uomini più famosi d'Italia. Le televisioni lo seguono tutto il giorno e quando lui non regge più la pressione, ecco che l'attenzione si sposta su un altro. Da Pordenone, Antonio arriva a Roma con la moglie Milly nella speranza di fare colpo su alcuni parenti e così di avere un posto di lavoro nella esclusiva azienda di famiglia. Per una serie di equivoci, Antonio presenta ai parenti come moglie la prostituta Anna, mentre Milly finisce in una stanza d'albergo con la star del cinema Luca Salta.

Valutazione Pastorale

Dopo Londra, Barcellona, Parigi, il tour europeo di Woody Allen, cominciato nel 2005 con 'Match Point', arriva a Roma. Il veterano autore americano (siamo al titolo n°42) decide di rimettersi in gioco anche come attore, ed eccolo alla guida di alcuni cittadini statunitensi arrivati nella città eterna per motivi differenti. Il copione non è unitario, e lo si avverte: i quattro episodi frammentano umorismo, spigliatezza, emozioni. Si cerca di coprire tutti i possibili incroci: americani e italiani, generazioni di americani a confronto, un italiano qualunque, una coppia italiana che si scontra con parenti inadatti. La scrittura non manca della consueta verve, emergono osservazioni argute all'interno della filosofia ora disincantata, ora cinica ora delicata dell'autore/attore. Coperte però dalla pastellata fotografia di Darius Khondji, e circondate da una colonna sonora fatta di brani italiani tradizionali (facilmente individuabili in USA, a cominciare dalle arie liriche), le piccole vicende rimandano ben presto una sensazione di imbarazzo nella difficoltà di trovare validi spunti e motivazioni giuste. Allen stesso appare qua e là indeciso, un po' frenato dalla necessità di rendere comunque omaggio alla capitale. Ci sono insieme ironia e stanchezza in un film che, dal punto di vista pastorale, è da valutare come consigliabile e nell'insieme certo brillante.

Utilizzazione

Il film è da utilizzare in programmazione ordinaria, e in seguito nell'ambito di un interessante confronto USA/Italia e di proposte all'interno della lunga filmografia di Woody Allen. Qualche attenzione per la presenza di minori e piccoli, anche in vista di passaggi televisivi e di uso di dvd e di altri supporti tecnici.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film