TRA CIELO E TERRA ***

Valutazione
Complesso, Discutibile, Dibattiti
Tematica
Guerra, Pace
Genere
Drammatico
Regia
Oliver Stone
Durata
143'
Anno di uscita
1994
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
HEAVEN AND EARTH
Distribuzione
Warner Bros Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Oliver Stone Tratto dai libri autobiografici "Quando il cielo e la terra cambiarono posto" e "Figlia della guerra, donna di pace" di Le Ly Hayslip
Musiche
Kitaro
Montaggio
David Brenner, Sally Menke

Sogg.: Tratto dai libri autobiografici "Quando il cielo e la terra cambiarono posto" e "Figlia della guerra, donna di pace" di Le Ly Hayslip - Scenegg.: Oliver Stone - Fotogr.: (scope/a colori) Robert Richardson - Mus.: Kitaro - Montagg.: David Brenner, Sally Menke - Dur.: 143' - Produz.: Oliver Stone, Arnon Milchan, Robert Kline, A. Kitman Ho

Interpreti e ruoli

Hiep Thi Le (Phung Thi Le Ly), Tommy Lee Jones (Steve Butler), Haing S. Ngor (Padre di Le Ly), Joan Chen (Madre di Le Ly), Mai Le Ho (Hai), Dustin Nguyen (Sau), Debbie Reynolds, Conchata Ferrell, Vivian Wu, Dale Dye, Liem Whatley, Robert Burke, Michael Paul Chan, Thimothy Carhart

Soggetto

Phung Thi Le Ly trascorre una serena infanzia nel villaggio vietnamita di Ky La, insieme alla numerosa famiglia contadina. Ma la guerra indocinese divide il paese e porta le prime carestie: nel 1963 arrivano i vietcong e mentre Saul, il fratello di Le Ly, si arruola, la sorella minore Kim si prostituisce. Poi i sudisti occupano il villaggio e indottrinano la popolazione che però resta fedele ai comunisti: Le Ly, arrestata e torturata dai sudisti, viene rilasciata grazie alla corruzione di un funzionario governativo e poi violentata per vendetta dai vietcong. Trasferitasi a Saigon, ha una relazione col datore di lavoro e resta incinta. Cacciata dalla moglie di questi, Le Ly vive vendendo sigarette e occasionalmente prostituendosi. Poi si reca al villaggio, dove assiste ai funerali del padre, suicidatosi dopo essere stato imprigionato e maltrattato dai sudisti. Tornata in città conosce il sergente Steve Butler: i due convivono e, avuti due figli, si trasferiscono in California. Qui, dopo il matrimonio, Le Ly trova anche lavoro; ma Steve si ubriaca e dà segni di squilibrio: è in realtà un assassino dei corpi speciali dei marines; va per il mondo a vendere armi e giunge a sequestrare i due figli avuti con Le Ly. Lei,convinta da un santone compaesano, cerca di riavvicinarlo, ma lui si suicida. Divenuta una benestante donna d'affari Le Ly torna in Vietnam e può riabbracciare la mamma, anche se il fratello è ostile e le parla dei successivi conflitti con cambogiani e cinesi della sua martoriata terra.

Valutazione Pastorale

la morale del film si potrebbe condensare con le parole della madre di Le Ly: "Le guerre servono solo a riempire i cimiteri. E nei cimiteri non ci sono nemici". Morale perseguita da Stone con encomiabile zelo, sulla falsariga dei due libri autobiografici scrittti da Le Ly Hayslip, che trattano appunto del periodo indigeno e di quello statunitense della protagonista di questa saga vietnamita. Il paese sospeso tra "cielo e terra", come lo definiscono le mitologie indigene, rivive nella bellissima, talora oleografica fotografia di Robert Richardson, ma il fatto nuovo del film è che finalmente il passaggio dei successivi uragani ideologici e bellici che lo hanno sconvolto dalla guerra indocinese degli anni'50 fino ad oggi venga visto da "dentro", dall'umile ma significativo osservatorio di una famiglia rurale che vive via via le tragedie cicliche del suo paese. Una terra bellissima,abitata da una popolazione fiera e determinata, capace di sacrifici enormi, e continuamente sottoposta al martellare delle ideologie e delle bombe. Anche notando una certa enfasi nel proporre il messaggio buddista, così come una certa velata acredine nei riguardi del cattolicesimo nel sud, bisogna riconoscere al film di Stone qualità formali e di contenuto. Suggestiva e a tratti magniloquente la musica di Kitaro.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film