TRAVOLTI DAL DESTINO

Valutazione
Inconsistente, banale
Tematica
Avventura, Mare
Genere
Commedia
Regia
Guy Ritchie
Durata
92'
Anno di uscita
2003
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Swept away
Distribuzione
Medusa Film
Musiche
Michel Colombier
Montaggio
Eddie Hamilton

Orig.: Stati Uniti (2002) - Sogg. e scenegg.: Guy Ritchie - Fotogr.(Normale/a colori): Alex Barber - Mus.: Michel Colombier - Montagg.: Eddie Hamilton - Dur.: 92' - Produz.: Matthew Vaughn.

Interpreti e ruoli

Madonna (Amber), Adriano Giannini (Giuseppe), Bruce Greenwood (Tony), Jeanne Tripplehorn (Marina), Elizabeth Banks (Debi), Michael Beattie (Todd), David Thornton (Michael), Yorgo Voyagis (capitano), George Yiasoumi (cuoco), Beatrice Luzzi (signora ricca), Lorenzo Ciompi (signore ricco)

Soggetto

Arrivati dagli Stati Uniti nel Mediterraneo, Amber, il marito Tony e altri quattro amici partono per una vacanza in barca, direzione Grecia. Amber si mostra insoddisfatta del servizio a bordo e non perde occasione per redarguire e umiliare Giuseppe, un marinaio italiano un po' ombroso che reagisce replica per le rime. Una sera, volendo raggiungere il resto del gruppo che in giornata era andare a visitare alcune grotte vicine, Amber chiede a Giuseppe di accompagnarla con il battellino. Ben presto il motore si guasta e la piccola imbarcazione resta in balia della corrente. Dopo un' attesa di due giorni, i due approdano sulla spiaggia di un'isola deserta. Esperto di natura e di mare, in gradi di adattarsi alle situazioni difficili, Giuseppe comincia subito ad organizzarsi. Così Amber, che prima si divertiva a chiedere e imporre ordini, ora non può più permettersi niente: dipende in tutto e per tutto da Giuseppe, il quale non si fa scrupolo di ordinarle di chiamarlo padrone, di farsi servire e ubbidire in cambio di pesce a acqua. Col passare dei giorni però l'attrito si allenta, la rabbia lascia il posto a gesti affettuosi, la competizione si trasforma in lavoro comune. Così lei gli dice di amarlo, e anche lui sente un sentimento nuovo. Quando arriva il salvataggio, Amber vorrebbe restare lì, ma lui é convinto che loro debbano affrontare la prova del ritorno alla vita normale. La sera Giuseppe compra un anello, la chiama, le dice di amarla e le dà appuntamento al molo per il giorno dopo. Al mattino, Amber, piangendo, si prepara con il marito al viaggio di ritorno. Giuseppe, non vedendola, corre per raggiungerla ma riesce solo a lanciare l'anello verso l'elicottero che si alza in volo.

Valutazione Pastorale

Ricordato, solo per doverosa informazione, che si tratta di una specie di remake-aggiornamento del film "Travolti da un insolito destino nell'azzurro mare d'agosto" di Lina Wertmuller (1974) e che oggi nel ruolo di Giuseppe c'é Adriano Giannini, figlio di Giancarlo che impersonava Giuseppe circa 30 anni fa, non ci sarebbe quasi altro da dire. La commediola è di fattura veramente modesta, girata in modo approssimativo e con pochissima convinzione. Stonato il doppiaggio siciliano di Giuseppe, insignificante il dialogo imperniato sul ribaltamento dei ruoli padrone/servo, tutto il racconto risulta faticoso, poco spontaneo, fasullo. Madonna è brava cantante, e i siparietti creati a questo fine sono simpatici ma avulsi dal resto. Insomma domina la noia, e facilmente l'unico titolo di merito va all'ambientazione, ai luoghi, alla natura. Quando è vera e non virtuale. Dal punto di vista pastorale, il film é da valutare come inconsistente, e del tutto banale. UTILIZZAZIONE: il film può essere utilizzato in programmazione ordinaria, ben sapendo, come detto, che è un prodotto di scarsa sostanza, tuttavia non pesante né volgare.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film