TU LA CONOSCI CLAUDIA ?

Valutazione
Accettabile, brillante
Tematica
Amicizia, Il comico
Genere
Commedia
Regia
Massimo Venier
Durata
104'
Anno di uscita
2004
Nazionalità
Italia
Titolo Originale
/////
Distribuzione
Medusa Film
Soggetto e Sceneggiatura
Massimo Venier, Walter Fontana, Valerio Bariletti, Aldo Giovanni e Giacomo Massimo Venier, Walter Fontana, Valerio Bariletti
Musiche
Andrea Guerra
Montaggio
Carlotta Cristiani

Orig.: Italia (2004) - Sogg.: Massimo Venier, Walter Fontana, Valerio Bariletti - Scenegg.: Massimo Venier, Walter Fontana, Valerio Bariletti, Aldo Giovanni e Giacomo - Fotogr.(Panoramica/a colori): Marco Pieroni - Mus.: Andrea Guerra - Montagg.: Carlotta Cristiani - Dur.: 104' - Produz.: Paolo Guerra per Medusa Film - AGIDI srl.

Interpreti e ruoli

Giovanni Storti (Giovanni), Aldo Baglio (Aldo), Giacomo Poretti (Giacomo), Paola Cortellesi (Claudia), Silvana Fallisi (Luciana), Sandra Ceccarelli (moglie di Giacomo), Ottavia Piccolo (analista), Marco Messeri (meccanico), Rossy De Palma (Claudia), Max Pisu (cliente del taxi), Saturno Brioschi . (vigile)

Soggetto

Giovanni, sposato con Claudia, conduce una vita metodica e tranquilla. Aldo fa il tassista, vive storie d'amore molto intense ed ora è infatuato di Claudia, una ragazza conosciuta da poco. Giacomo, separato dalla moglie, al momento è solo e frequenta una psicanalista per ritrovare la voglia di socializzare. Nello stesso studio medico, Claudia ruba a caso la cartella di un paziente. Così conosce Giacomo e comincia a frequentarlo. Un tamponamento poi costringe i tre uomini a incontrarsi e a passare del tempo insieme. Giovanni indaga sul possibile tradimento da parte della moglie. Giacomo parla della sua nuova conoscenza, Claudia appunto. E Aldo, a sentire quel nome, trema e suda. Così il terzetto fa vita sempre più in comune. Fino a quando, al termine di un viaggio da Milano verso il sud, gli equivoci si svelano, e ogni Claudia trova la propria giusta collocazione.

Valutazione Pastorale

Questo quinto titolo di Aldo/Giovanni/Giacomo é il primo che il fido Massimo Venier firma da solo come regista e che può cominciare ad essere definito una piccola 'summa' dei canoni di comicità del trio. Cercando infatti di far dimenticare il non felice esperimento anni '30 di "La leggenda di Al, John e Jack", ecco i tre di nuovo dapprima calati nella prediletta Milano e poi impegnati "on the road" verso il sud, verso il mare. Equivoci, incomprensioni, litigi, amarezza, amicizia. Il bello e il brutto di ogni giorno, l'imprevedibilità dei sentimenti, le sorprese, le atmosfere, le canzoni. La storia è piacevole, i dialoghi svelti, qualche battuta è centrata, qualche altra é ormai stereotipo. Il racconto si segue con simpatia, la Cortellesi è brava a muoversi da quarta protagonista senza prevaricare gli altri. Insomma, così é la vita. Dal punto di vista pastorale, il film è da valutare come accettabile, e nell'insieme brillante. UTILIZZAZIONE: il film è da utilizzare in programmazione ordinaria, e da proporre come occasione di svago di immediata fruizione.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film