U2 RATTLE AND HUM

Valutazione
Accettabile, Semplice
Tematica
Genere
Documentario
Regia
Phil Joanou
Durata
93'
Anno di uscita
1988
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
U2 RATTLE AND HUM
Distribuzione
U.I.P.
Soggetto e Sceneggiatura
Phil Joanou
Musiche
Jimme Iovine
Montaggio
Phil Joanou – Dur.: 93'

Sogg. e Scenegg.: Phil Joanou - Fotogr.: (normale/a colori) Joroan Cronenweth, Robert Brinkman - Mus.: Jimme Iovine - Montagg.: Phil Joanou – Dur.: 93' - Produz.: Monlight Film Production

Soggetto

Il famoso complesso irlandese degli U2 è impegnato in vari concerti in differenti parti dei mondo. Le loro interviste sono ironiche e telegrafiche; le loro prove sono eseguite in ambienti sempre diversi. Una folla sempre numerosa e delirante acclama i propri beniamini durante le loro esibizioni nei concerti tenuti negli Stati Uniti (Colorado, New York, California, Tennessee, Texas, Arizona) e soprattutto durante il suggestivo spiritual interpretato dagli U2 in una chiesa del quartiere di Harlem insieme ad un commosso coro di gente di colore. I membri del gruppo incontrano vari suonatori ambulanti che pur avendo del talento non riescono a sfondare nel mondo dell'arte. In questi concerti vengono eseguite canzoni impegnate contro l'apartheid in Sud Africa a sostegno dell'azione del vescovo Tutu, oppure a favore delle minoranze secondo l'ideologia di M.L. King o infine contro il terrorismo, la guerra e la violenza nell'Irlanda del Nord. A questo proposito viene presentata la canzone "Bloody Sunday" per ricordare l'attentato di Enniskillen dove 13 persone trovarono la morte. Il complesso degli U2 si reca anche, quasi in pellegrinaggio devozionale, nella villa di Elvis Presley al quale si sente molto vicino spiritualmente.

Valutazione Pastorale

si tratta di un documentario che segue fedelmente i movimenti del complesso nelle sue peregrinazioni musicali per il mondo a volte con testi interessanti che inducono a riflettere. Per chi non ama eccessivamente la musica rock, pur apprezzandone i pregi, vedere una pellicola in cui vengono di continuo presentati concerti con folle oceaniche di osannanti, è veramente una ardua impresa. È un indiscutibile fatto di costume questa effettiva mitizzazione da parte del pubblico di artisti più o meno impegnati nel campo della musica e della politica: desta preoccupazione tale crescente incidenza, sulle menti dei giovani di questi personaggi che dietro ad ideali umanitari fanno soprattutto i propri interessi mirando esclusivamente a colpi commerciali.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film - SerieTV