ULTIMI DELLA CLASSE

Valutazione
Inconsistente, grossolanità
Tematica
Amicizia, Famiglia - genitori figli, Giovani, Il comico, Scuola
Genere
Commedia
Regia
Luca Biglione
Durata
90'
Anno di uscita
2008
Nazionalità
Italia
Titolo Originale
/////
Distribuzione
01 Distribution
Soggetto e Sceneggiatura
Luca Biglione Luciano Martino, Luca Biglione
Musiche
Paolo Vivaldi
Montaggio
Alessandro Cerquetti

Orig.: Italia (2007) - Sogg.: Luciano Martino, Luca Biglione - Scenegg.: Luca Biglione - Fotogr.(Panoramica/a colori): Giancarlo Ferrando - Mus.: Paolo Vivaldi - Montagg.: Alessandro Cerquetti - Dur.: 90' - Produz.: Luciano Martino.

Interpreti e ruoli

Andrea De Rosa (Michele), Sara Tommasi (Barbara), Giulia Elettra Gorietti (Federica), Marco Iannone . (Stiff), Nathalie Rapti Gomez (Cecilia), Clizia Fornasier (Giulia), Marco Messeri (il preside), Ludovico Fremont (Matteo), Marco Battelli (Scott), Azzurra Mastrangelo (Chiara), Valentino Campitelli (Bidé), Cecilia Sagnelli (Valeria), Francesca Nunzi (Morena), Chiara Sani (Francesca), Nicoletta Boris (prof.ssa Capozzi), Enio Drovandi . (prof. De Toma), Stefania Bogo . (prof.ssa Iesa)

Soggetto

Di fronte a risultati decisamente scadenti, i genitori ritirano Michele da scuola e lo affidano ad una insegnante privata a casa. Arriva Barbara, Michele scopre che in passato ha fatto un calendario e allora fa un patto con lei: ad ogni progresso di lui, lei rifarà un mese del calendario, fino alla promozione e al gran finale. Barbara accetta, Michele si impegna, viene promosso, ma tutto si ferma lì. Nel frattempo si è accorto di Cecilia, l'amica silenziosa, da sempre innamorata di lui. Che ora la ricambia.

Valutazione Pastorale

Il filone 'giovanilista' prova a offrire qualche altro diversivo, recuperando varie suggestioni degli anni Settanta e aggiornandolo alle tecnologie del Duemila. Lo scenario non cambia: incomprensione tra alunni e insegnanti, quelli secchioni, quelli asini, quelli da prendere in giro, flirt, equivoci sentimentali, genitori in rotta desiderosi di rifarsi una vita, finte trasgressioni che svaniscono nella timidezza e nel bel gesto. Tutto con pochissima convinzione, tutto alla superficie delle osservazioni sulla realtà e al limite dell'assensa di umorismo. Ma forse così appare chiaro che i personaggi qui rappresentati (studenti, insegnanti, genitori) rappresentano un campione parziale dell'insieme. Non sono tutti così. Dal punto di vista pastorale, il film é da valutare come inconsistente, e segnato da grossolanità. UTILIZZAZIONE: in programmazione ordinaria, il film può essere utilizzato ben tenendo conto di quanto detto sopra. Del resto non si vedono altre possibili occasioni di utilizzazione.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film