UN AMORE

Valutazione
Accettabile-riserve, realistico*
Tematica
Matrimonio - coppia, Solidarietà-Amore
Genere
Commedia
Regia
Gianluca Maria Tavarelli
Durata
105'
Anno di uscita
1999
Nazionalità
Italia
Distribuzione
Pablo
Musiche
Ezio Bosso
Montaggio
Marco Spoletini

Orig.: Italia (1999) - Sogg. e scenegg.: Gianluca Maria Tavarelli con la collaborazione di Leonardo Fasoli - Fotogr.(Panoramica/ a colori): Pietro Sciortino - Mus.: Ezio Bosso - Montagg.: Marco Spoletini -Dur.: 105' - Produz.: Gianluca Arcopinto.

Interpreti e ruoli

Lorenza Indovina (Sara), Fabrizio Gifuni (Marco), Luciano Federico (Filippo), Roberta Lena (Veronica), Gianluca Arcopinto (marito di Sara), Riccardo Montanaro (investigatore), Ezio Sega . (professore universitario)

Soggetto

Sara e Marco si conoscono in una discoteca a Torino nel giugno del 1982. Da quel momento cominciano a vedersi e a frequentarsi sempre più spesso.I loro incontri successivi avvengono l'8 giugno 1984, il 13 luglio 1985, l'11 novembre 1989, il 17 gennaio e il 15 febbraio 1991, il 19 febbraio 1994, il 16 dicembre e il 20 dicembre 1996, il 29 luglio 1997, il 28 gennaio 1998. In tutte queste occasioni il sentimento che fin dall'inizio li aveva uniti torna costantemente fuori, senza tuttavia riuscire mai a concretizzarsi veramente. Litigano, si lasciano, si riprendono, si sposano, si perdono, si ritrovano, vivono furtivamente come amanti, si separano dai coniugi, pensano di vivere da soli. Il 31 gennaio 1999 per caso si incontrano di nuovo ad una festa. Insieme brindano all'arrivo del nuovo millennio. Riflettono allora sul tempo passato nella reciproca incomprensione e nell'incapacita di dichiararsi l'autenticità dell'amore dell'uno per l'altra.

Valutazione Pastorale

Il film è suddiviso in dodici scene, che vogliono rappresentare i capitoli della vita di un uomo e di una donna che crescono e cambiano, raccontati attraverso dodici piani sequenza. L'intenzione del regista é quella di parlare dei pochi attimi importanti, di quei momenti che veramente segnano ogni singola esistenza e che meritano di essere evidenziati, di restare nella memoria come quelli che condizionano le singole vite future. "Un amore" é un film particolare ed originale. I dodici capitoli sono intervallati da disegni che scandiscono la cronologia degli avvenimenti e sono girati appunto come piani-sequenza, ossia senza mai fare ricorso al montaggio delle immagini. Una soluzione narrativa insolita ed interessante che trova riscontro anche nella sostanza della storia: si tratta infatti della radiografia attenta e sensibile di un uomo e di una donna lungo quasi vent'anni di vita e attraverso l'evolversi dei sentimenti, delle situazioni interiori, degli equilibri sempre difficili da raggiungere. Dal punto di vista pastorale, sottolineata qualche riserva per alcuni atteggiamenti meno sorvegliati, il film evidenzia positivamente quanto una certa immaturità ed equivoci vari anche superficiali possano ritardare il verificarsi di eventi invece da tutti attesi. La vicenda ha quindi un tono insieme positivo, ed efficacemente realistico. UTILIZZAZIONE: il film può essere utilizzato in programmazione ordinaria,e recuperato in altre occasioni, come finestra aperta su una vicenda italiana nei contorni e nelle atmosfere ma dai risvolti sentimentali di interesse più generale.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film