UN PRINCIPE TUTTO MIO

Valutazione
Accettabile, semplice
Tematica
Cinema nel cinema, Famiglia - genitori figli, Giovani
Genere
Commedia
Regia
Martha Coolidge
Durata
90'
Anno di uscita
2004
Nazionalità
Repubblica Ceca, Stati Uniti
Titolo Originale
The Prince and me
Distribuzione
Eagle Pictures
Montaggio
Steven Cohen

Orig.: Stati Uniti/Repubblica Ceca (2004) - Sogg. e scenegg.: Jack Amiel, Michael Berger - Fotogr.(Normale/a colori): Alex Nepomniaschy - Mus.:Jennie Musket - Montagg.: Steven Cohen - Dur.: 90' - Produz.: Mark Amin.

Interpreti e ruoli

Julia Stiles (Paige Morgan), Luke Mably (Edward Valdemar), Ben Miller . (Soren), James Fox (il re), Miranda Richardson (la regina)

Soggetto

All'università del Wisconsin Page, studentessa in medicina, conosce, durante il laboratorio, il coetaneo Eddie. Dopo un primo periodo di freddi convenevoli, Page si innamora di Eddie e lo invita dai genitori nella casa di campagna per la festa del Ringraziamento. Quando finalmente un giorno al college si baciano, all'improvviso da un angolo escono alcuni fotografi che immortalano l'avvenimento. Si scopre allora che Eddie é l'erede al trono di Danimarca e che i genitori hanno per lui altri progetti. Page allora lo lascia ma in seguito le amiche la convincono a raggiungerlo in Europa. Qui la ragazza, ora accolta a corte, accetta di diventare regina e di sottoporsi ai tanti rituali previsti da quel ruolo. La fatica però risulta troppo grande. Page rinuncia. Eddie, a causa della malattia del padre, viene incoronato in anticipo. Page conclude gli studi alla propria università americana e, nel giorno della laurea, a complimentarsi con lei c'é anche Eddie. Ora i due non si lasceranno più.

Valutazione Pastorale

Il tono della favola é così evidente e scoperto da indurre a concludere che di questo tipo di storie c'é ancora un gran bisogno. Credere che non ci siano situazioni immutabili, che si possa arrivare ad una ridefinizione dei ruoli, che non si debba avere fretta ma anzi sia giusto avere rispetto per i tempi dell'altro/a: questo può suggerire il racconto, che scorre tanto prevedibile quanto sincero. Siamo vicini a qualche spicchio di realtà oppure ne siamo lontanissimi? Ancora una volta il cinema-fiaba si incarica di farci credere possibili situazioni che nella vita di tutti i giorni appaiono impraticabili. A meno di non pensare a qualche autentica famiglia regnante europea... In ogni caso si tratta di una commedia del genere 'rosa' che, dal punto di vista pastorale, é da valutare come accettabile e nell'insieme semplice. UTILIZZAZIONE: il film può essere utilizzato in programmazione ordinaria e proposto anche come spettacolo piacevole per ragazzi e giovani.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film