UNA RAGAZZA SFRENATA

Valutazione
Accettabile-riserve, brillante
Tematica
Amicizia, Donna, Famiglia - genitori figli
Genere
Commedia
Regia
Marco Brambilla
Durata
98'
Anno di uscita
1998
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Excess baggage
Distribuzione
Columbia Tristar Films Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Max D.Adams e Dick Clement & Ian La Frenais Max D.Adams
Musiche
John Lurie
Montaggio
Stephen Rivkin

Orig.: Stati Uniti (1997) - Sogg.: Max D.Adams - Scenegg.: Max D.Adams e Dick Clement & Ian La Frenais - Fotogr.(Panoramica/a colori): Jean Yves Escoffier - Mus.: John Lurie - Montagg.: Stephen Rivkin - Dur.: 98' - Produz.: Bill Borden, Carolyn Kessler.

Interpreti e ruoli

Alicia Silverstone (Emily), Benicio Del Toro (Vincent), Christopher Walken (Ray), Jack Thompson (Alexander), Harry Connick Jr (Greg), Nicholas Turturro (Stick), (Gus), Michael Bowen (Louise), Sally Kirkland

Soggetto

Ragazza vivace e solo in apparenza sfrontata, Emily ha un difficile rapporto con il padre, che ignora ogni suo slancio affettivo. Anche una serie di espedienti non ha sortito alcun effetto. Disperata ma sempre più decisa, Emily decide che le resta un'unica cosa da fare: simulare un rapimento e chiedere un riscatto per la propria libertà. Cammuffata la voce, telefona al padre, chiede il denaro, fornisce indicazioni sul luogo, poi va a chiudersi nel bagagliaio della BMW in attesa della liberazione e dell'incontro-sorpresa con il padre. Nello stesso momento Vincent, giovane ladruncolo, sta scappando con un'auto rubata, vede la polizia che va sul posto indicato per il rapimento, vi si ripara anche lui, finché impaurito prende la BMW e scappa. Comincia da lì una caccia all'uomo e alla donna senza esclusione di colpi. Finalmente nel capannone di Dokers, i malviventi amici di Vincent vengono arrestati. Emily torna a casa, il genitore le dice: "Sono sempre tuo padre". E lei ribatte che dopo la sua nuova assenza non la ritroverà più. Va verso il capannone vuoto, apre il bagagliaio, esce Vincent, bevono vino rosso, si guardano, si baciano, cadono nel bagagliaio che si chiude su di loro.

Valutazione Pastorale

Si tratta di una commedia che gioca le carte del tono divertente sulla capacità di mettere insieme alcuni collaudati meccanismi comici (lo scherzo che non riesce, l'equivoco, lo scambio di persona) con l'attenzione per gusti di taglio giovanilista (la musica, la fuga, l'indipendenza). C'è poi il rapporto da ricostruire con la figura paterna, e la felice conclusione che arriva, dopo tanti pericoli, anche sul versante sentimentale. Commedia dunque piacevole da seguire, senza risvolti né complicazioni,decisamente spigliata e vivace.Dal punto di vista pastorale, fatto salvo qualche passaggio meno sorvegliato per cui si segnalano riserve, il film è da valutare come positivo, accettabile e nell'inzieme brillante. UTILIZZAZIONE: il film può essere utilizzato in programmazione ordinaria ed eventualmente recuperato come passatempo per giovani, anche in visioni casalinghe.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film - SerieTV