VALENTINE-Appuntamento con la morte

Valutazione
Inconsistente, scabrosità
Tematica
Giovani
Genere
Horror
Regia
Jamie Blanks
Durata
95'
Anno di uscita
2001
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Valentine
Distribuzione
Warner Bros Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Donna Powers, Wayne Powers, Gretchen J.Berg, Aaron Herberts tratto dal romanzo di Tom Savage
Musiche
Don Davis
Montaggio
Steve Mirkovich

Orig.: Stati Uniti (2001) - Sogg.: tratto dal romanzo di Tom Savage - Scenegg.: Donna Powers, Wayne Powers, Gretchen J.Berg, Aaron Herberts - Fotogr.(Scope/a colori): Rick Bota - Mus.: Don Davis - Montagg.: Steve Mirkovich - Dur.: 95' - Produz.: Dylan Sellers.

Interpreti e ruoli

Denise Richards (Page), David Boreanaz (Adam), Marley Shelton (Kate), Katherine Heigl, Jessica Capshaw

Soggetto

In un gruppo di quattro amiche, una di loro, Shelley, mentre si trova all'obitorio, viene uccisa. Page e Kate ricevono la notizia e, quando vanno al funerale, vedono Adam, ex ragazzo di Kate. E gli altri, dei quali loro hanno paura? Jason era con Shelley, mentre Dorothy, la quarta, riceve a casa Campbell. Dorothy a scuola si era inventata che Jeremy lpaveva violentata. Arriva il giorno di San Valentino e c'è festa a casa di Dorothy. Nel sottosuolo, all'interno delle caldaie, Campbell è eliminato. Kate e Adam sono di nuovo insieme; Dorothy aspetta l'arrivo di Brian. Nell'idromassaggio Page é assalita e fulminata. Kate allora impugna una pistola e insegue una figura mascherata. Adam interviene, prende l'arma e spara. La figura muore, viene tolta la maschera: si tratta di Dorothy. L'incubo (per il momento) é finito.

Valutazione Pastorale

Si tratta di un 'horror' con poche novità da segnalare. Anzi nessuna: perché il copione si muove sulla scia dei vari "Scream" o di "So che cosa hai fatto", mettendo insieme ingredienti abituali, giovani (soprattutto ragazze), l'atmosfera del college, le feste studentesche, i discorsetti sulle relazioni sentimentali e i rapporti sessuali. Un panorama quanto mai prevedibile, che si muove tra incoerenze narrative e sviluppi molto affrettati, con il risultato di offrire un racconto monotono e sconnesso, quindi poco coinvolgente. Dal punto di vista pastorale, il poco impatto dell'operazione, il suo proporsi come simile a tantissime altre fa propendere per la valutazione dell'inconsistente, precisando tuttavia che non mancano scabrosità dovute ai soliti comportamenti, atteggiamenti, frasi detti dai giovani e dalle ragazze in modo insistito. UTILIZZAZIONE: il basso spessore del film consiglia di non utilizzarlo né in programmazione ordinaria né in altre circostanze. Attenzione per i minori in caso di passaggi televisivi.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film