VOGLIA D’AMORE

Valutazione
Inaccettabile, Squallido
Tematica
Genere
Commedia
Regia
Françoise Mimet
Durata
87'
Anno di uscita
1989
Nazionalità
Francia
Titolo Originale
LA JEUNE FILLE ET L'ENFER
Distribuzione
Film International Company
Soggetto e Sceneggiatura
Jean Claude Carriere
Musiche
Michel Stelio, Fernand Boudou
Montaggio
Michel Lewin

Sogg. e Scenegg.: Jean Claude Carriere - Fotogr.: (panoramica/a colori) Juan Gelpi - Mus.: Michel Stelio, Fernand Boudou - Montagg.: Michel Lewin - Dur.: 87' - Co-Produz.: Orphee Arts, Paris, Accord Productions, Producciones Balcazar, Barcellona - Vietato ai minori degli anni diciotto

Soggetto

due quarantenni, Paul e Pierre, un tempo intimi amici e compagni di scuola, si ritrovano dopo molti anni, quando Pierre accetta l'invito di Paul a trascorrere alcuni giorni nella sua villa in Spagna, dove presto lo raggiungerà la moglie americana, con la figlioletta di pochi mesi. Pierre, professore di letteratura all'università, è un tipo riservato, e sta scrivendo un lavoro importante. Paul, invece, estroverso e sicuro di sé, è un uomo d'affari, e vive con la seconda moglie la trentenne Agnés, e con la figlia avuta dal primo matrimonio, Marthe, di 17 anni. I due amici, rimasti soli a chiacchierare una sera nella biblioteca della villa, riscoprono il nascondiglio di alcuni libri libertini del XVIII secolo, che avevano letto di nascosto da ragazzi, grazie ad una chiave falsa. Mentre sono intenti a sfogliare quei volumi, commentandone le illustrazioni, Marthe, non vista, li vede e li ascolta incuriosita, e poi, più tardi, raggiunge Pierre nella sua stanza e lo convince a leggerle quei libri, che si è intanto procurata, sottraendo la chiave al padre; infine gli domanda di insegnarle tutti i giochi erotici, che conosce, perchè, essendo inesperta, vuole impararli da lui. Mentre Paul si assenta dalla villa per qualche giorno, col pretesto di un viaggio d'affari, ma in realtà per raggiungere l'amante, Pierre trascorre molte notti con la giovinetta, che finisce col darsi a lui. Ma, appena completata la sua esperienza, Marthe lascia l'uomo, che non ama e del quale non ha più bisogno, e torna a dedicarsi al suo inesperto ragazzo, col quale può ormai mettere in pratica le lezioni ricevute. Però Pierre è rimasto turbato dalla relazione avuta con lei, e non si rassegna facilmente a perderla. Intanto anche Agnés, ormai delusa dal contegno del marito, va una notte in camera di Pierre, e ha una breve avventura con lui. Il giorno dopo torna Paul, e arriva la moglie di Pierre con la bambina: tutto sembra tornare alla normalità, ma alla sera Pierre è molto contrariato nel vedere Marthe raggiungere il suo ragazzo per un convegno amoroso.

Valutazione Pastorale

mal diretto e mal interpretato questo squallido film descrive l'iniziazione ai giochi erotici di una giovinetta avida di esperienze amorose. Tutta la vicenda è basata su personaggi privi di qualunque principio morale, e i dialoghi insistono in modo esplicito sugli argomenti scabrosi, che il soggetto offre. Manca completamente qualsiasi approfondimento dei caratteri o delle situazioni che possa dare interesse alla vicenda, che è svolta con eccessiva lentezza e risulta noiosa.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film