X-MEN L’INIZIO

Valutazione
Consigliabile, Semplice
Tematica
Fantascienza, Fumetti- Graphic novel, Storia
Genere
Fantastico
Regia
Matthew Vaughn
Durata
132'
Anno di uscita
2011
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
X-Men: First Class
Distribuzione
20th Century Fox Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Jane Goldman, Jamie Moss, Ashley Miller, Zack Stentz Bryan Singer, dai personaggi della serie a fumetti Marvin ideata da Stan Lee
Musiche
Henry Jackman
Montaggio
Lee Smith, Eddie Hamilton

Orig.: Stati Uniti (2011) - Sogg.: Bryan Singer, dai personaggi della serie a fumetti Marvin ideata da Stan Lee - Scenegg.: Jane Goldman, Jamie Moss, Ashley Miller, Zack Stentz - Fotogr.(Scope/a colori): John Mathieson - Mus.: Henry Jackman - Montagg.: Lee Smith, Eddie Hamilton - Dur.: 132' - Produz.: Bryan Singer, Gregory Goodman, Simon Kinberg, Lauren Shuler Donner.

Interpreti e ruoli

James Mcavoy (prof. Charles Xavier), Jennifer Lawrence (Raven Darkholme/Mystique), Michael Fassbender (Erik Lehnsherr/Magneto), Rose Byrne (dott.ssa Moira/MacTaggert), January Jones . (Emma Frost), Kevin Bacon (Sebastian Shaw), Nicholas Hoult (dr. Henry Hank McCoy/Bestia), Jason Flemyng (Azazel), Edi Gathegi (Armando Munoz/Darwin), Oliver Platt (agente in nero)

Soggetto

Dopo aver scoperto di possedere poteri molto particolari, due amici, Charles e Erik, si mettono a studiare insieme il fenomeno dei mutanti e di combattere anche contro la minaccia della terza guerra mondiale. Nel corso dello scontro tra le superpotenze USA e URSS, la loro amicizia vive momenti difficili. Alla dine i due diventano acerrimi nemici, il professor X, leader degli X Men da un lato, il cattivo Magneto dall'altro.

Valutazione Pastorale

Nei prini tre titoli si sono seguite le vicende degli X Men, nel quarto ci si è concentrati su un personaggio, Volverine. Ora si guardano gli inizi, l'origine della vicenda. Ecco allora uno scenario autentico, storico (l'attacco alla baia di porci a Cuba nel 1962) all'interno del quale prende corpo la presenza fantascientifica dei Mutanti. I percorsi della realtà (ci sono spezzoni di interventi televisivi di John Kennedy) e del fantasy si intrecciano con un certo equilibrio fino a quando quello degli X Men non prende decisamente la prevalenza e la battaglia tra i quasi umani spazia dentro dimensioni inafferrabili e impossibili. Gli effetti speciali tuttavia giocano un ruolo molto ben motivato nel definire ruoli e posizioni di una battaglia di senso e insieme di prospettiva etica. Non tutto funziona nei 132', ma questi Mutanti hanno una consistenza ben precisa, toccano temi non secondari e forse sono anche loro maldestramente reali. Il clima da guerra fredda, il dilemma bene/male, l'intento di aiutare lo sviluppo dei viventi attraversano il frastuono dei rumori posticci. Con affabulante impronta circolare, la fine rimanda all'inizio del primo capitolo. Chissà dove andrà il prossimo. Dal punto di vista pastorale, il film è da valutare come consigliabile e semplice nello svolgimento generale di taglio avventuroso.

Utilizzazione

Il film è da utilizzare in programmazione ordinaria e in seguito come proposta nell'ambito di una 'fantascienza' ben studiata e spettacolare. Qualche attenzione è da tenere per i più piccoli in vista di passaggi televisivi o di uso di dvd e di altri supporti tecnici.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film