Quando il gioco si fa propositivo. Il cartoon Disney “Toy Story 4” tra battute brillanti e suggestioni educational

martedì 9 luglio 2019
Un articolo di: Massimo Giraldi, Sergio Perugini

Bentornati Woody e Buzz, gli storici protagonisti della saga animata “Toy Story”, successo mondiale nato nel 1995 su ideazione di John Lasseter con la Disney-Pixar. 24 anni dopo, con altri due titoli all’attivo – “Toy Story 2. Woody e Buzz alla riscossa” nel 1999 e “Toy Story 3, La grande fuga” nel 2010 – e importanti riconoscimenti, arriva finalmente un nuovo capitolo dei simpatici giocattoli animati prodotto sempre dalla casa di Topolino. La storia: il bambino Andy è cresciuto ed è andato al college, lasciando così i suoi giocattoli preferiti – lo sceriffo Woody, l’eroe spaziale Buzz Lightyear, la pastorella Bo Peep, la cowgirl Jessie, Mr. e Mrs. Potato – alla bambina Bonnie, che si diverte a creare anche un nuovo pupazzo, Forky. usando una posata di plastica. L’avventura dunque ha inizio quando Forky si smarrisce, così Woody e gli altri si affannano per riportarlo a casa. Al di là degli elementi colorati e ludici da cartoon, il film della Disney diretto da Josh Cooley rivela una densità di riflessioni: c’è il riuso degli oggetti, il tema dell’ecologia, il non scartare niente e nessuno; ancora, i valori della famiglia e dell’amicizia. In più, nell’opera si fa riferimento anche al viaggio, al cambiamento, alla crescita. E la fusione tra giocattoli ed esseri umani raggiunge toni di struggente malinconia e di commossa partecipazione. Il film si affida a una sceneggiatura perfettamente calibrata, capace di dosare gag esilaranti con raccordi emotivi e poetici. Da ricordare il grande lavoro dei doppiatori italiani, che da più di vent’anni colorano con energia e pathos le voci dei protagonisti. In particolare Massimo Dapporto voce di Buzz Lightyear e il compianto Fabrizio Frizzi quella dello sceriffo Woody; in “Toy Story 4” Frizzi viene sostituito dal doppiatore Angelo Maggi, voce storica di Tom Hanks. Dal punto di vista pastorale, il film è da valutare consigliabile, poetico e per tutta la famiglia.

Toy story 4

Scheda Film

Forse ti interessa anche:

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film