Su Netflix il documentario premio Oscar “My Octopus Teacher”. Racconto edificante sul dialogo uomo-natura, padre-figlio

martedì 11 Maggio 2021
Un articolo di: Eliana Ariola

“Il mio amico in fondo al mare” (“My Octopus Teacher”, 2020), diretto da Pippa Ehrlich e James Reed nel 2021 ha vinto il Bafta e l’Oscar nella categoria miglior documentario. Originale, affascinante e imprevedibile, il film racconta la vera storia del documentarista Craig Foster. L’uomo sta attraversando un momento difficile, è stanco del suo lavoro e, soprattutto, ha difficoltà nel rapportarsi con suo figlio: vorrebbe essere un padre migliore, ma non se ne sente capace. Decide così di ritirarsi nella sua casa in riva al mare vicino a Cape Town, in Sudafrica. Depresso e sfiduciato, l’unica cosa che desidera fare è immergersi (in apnea e senza alcuna protezione) per esplorare il fondale marino. Tutti i giorni, in qualsiasi condizione meteo, Craig Foster si tuffa per osservare da vicino le foreste di kelp, alghe giganti ricche di vita e habitat di molteplici specie animali. Ed è qui che un giorno incontra un comunissimo esemplare di polpo femmina, animale affascinante e molto intelligente, dotato di straordinarie capacità mimetiche, con il quale, durante un anno di immersioni, crea un bellissimo rapporto fatto di rispetto e fiducia. In una parola: amicizia. Foster, con non poche apprensioni e affanni, impara a rispettare le regole della natura per quanto selvagge e violente, perfino “ingiuste”: pena la compromissione del suo delicato equilibrio. E così facendo, piano piano ritrova la propria stabilità personale e recupera pienamente il rapporto con il figlio, al quale riuscirà a trasmettere la sua passione per la natura e per le immersioni. A ben guardare, la titolazione italiana non rende giustizia alla complessità dell’opera; nell’originale, infatti, c’è il riferimento esplicito all’insegnamento (“My Octopus Teacher”), che costituisce il cuore di questa storia e la sua peculiarità: l’uomo si riconosce creatura fra le creature e da esse impara il rispetto per la vita con le sue meraviglie e le sue fragilità. Prodotto da Netflix e visibile sulla piattaforma, “Il mio amico in fondo al mare” è da valutare dal punto di vista pastorale come consigliabile, poetico e adatto per dibattiti.

Il mio amico in fondo al mare

Scheda Film

Forse ti interessa anche:

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film - SerieTV