Achivio Storico

AVVENTURA A WASHINGTON

Regia
Alfred E. Green
Anno di uscita
1941

titolo_originale: Adventure in Washington

interpreti: Virginia Bruce (Jane Scott), Herbert Marshall (senatore John Coleridge), Gene Reynolds (Marty Driscoll, paggio del Senato), Samuel S. Hinds (senatore Henry Owen), Ralph Morgan (senatore Cummings), Vaughan Glaser (Bundy), Charles Smith (Collins), Dick Jones (Abbott), Pierre Watkin (Frank Conroy), J.M. Kerrigan (Jim O?Brien), Tommy Bond (Peewee Haynes), Billy Dawson (Chubby Wells), Charles Lind (Lenny Root), Mary Currier (Miss Nolan)

genere: drammatico

soggetto: Art Caesar e Lewis R. Foster

sceneggiatura: Art Caesar e Lewis R. Foster

fotografia: Allen G. Siegler e Henry Sharp

montaggio: James Sweeney

produzione: Charles R. Rogers per Columbia

distribuzione: C.E.I.A.D.

durata: 82?

tematiche: politica-societ?

trama: Martin, un giovanetto orfano della Georgia, diviene paggio del Senato, grazie alla protezione del Senatore Coleridge. Sul principio incontra delle difficolt? per il suo carattere ribelle; ma subendo l?influenza di una radiocronista, che per bont? d?animo e spontanea simpatia, gli d? dei buoni consigli, riesce a dominarsi, ed ? considerato come un buon elemento. Quando i giornali pubblicano il contenuto di una conversazione confidenziale tra due senatori, Martin viene falsamente accusato di aver abusato del suo ufficio, e poich? vi sono gravi indizi a suo carico, il senatore Coleridge gl?impone di lasciare il posto. Martin, per vendicarsi, rivela ad un uomo d?affari il contenuto di un progetto di legge, del quale ha appreso dalle carte Coleridge il tenore. Scoppia uno scandalo, che minaccia di travolgere il senatore; ma Martin si presenta spontaneamente alla Commissione d?inchiesta e confessa la sua colpa. Viene chiesta la sua punizione, ma il voto unanime dei suoi compagni lo salva.

giudizio_artistico: Si tratta una trama convenzionale, svolta con scarsa abilit?. Il lavoro pu? interessare, in quanto rivela certi aspetti della vita politica negli Stati Uniti.

giudizio_morale: Il lavoro si propone l?esaltazione della patria, attraverso le sue istituzioni e i principi morali, che le hanno ispirate. Se ? lecito dubitare dell?efficacia propagandistica del film, conviene riconoscere che ? stato concepito con lodevoli intendimenti: se ne consente quindi a tutti la visione in pubblica sala. T

nazione: Stati Uniti

Ricerca Film - SerieTv
Ricerca Film - SerieTV