Achivio Storico

IL MARITO POVERO

Regia
Gaetano Amata
Anno di uscita
1946

interpreti: Leonardo Cortese (Ernesto), Vivi Gioi (Carla), Camillo Pilotto (Ribera), Paolo Stoppa (Arturo), Clelia Matania (Giulia), Mario Pisu, Enzo Biliotti, Guglielmo Sinaz, Evelina Paoli, Mario Siletti, Aristide Baghetti, Agnese Dubbini, Pina Gallini, Oreste Fares, Amina Pirani Maggi

genere: commedia

soggetto: Cesare Zavattini

sceneggiatura: Cesare Zavattini, Gaetano Amata, Sergio Pugliese, Adolfo Franci, Margherita Maglione, Vittorio De Sica

fotografia: Mario Albertelli

scenografia: Boris Bilinsky

montaggio: Mario Bonotti

produzione: Dante Di Pinto per Di Pinto Film

distribuzione: Fincine

durata: 90?

tematiche: famiglia; lavoro

trama: Un grande industriale d? in spose le sue due figliole a due buoni impiegati della sua ditta, ma, dopo le nozze, essi diventano "principi consorti". Solo il Presidente e le figliole hanno ingerenza nel lavoro: i due giovani hanno il compito di andare a spasso. Uno si adagia, ma l?altro morde il freno finch? di nascosto non riesce ad acquistare un fabbrica di ceramiche in cui comincia a rivelare le sue buone qualit? commerciali. Ma il suocero sa e segretamente manda alla malora la nascente industria. Poco tempo dopo il giovane scopre l?indegna manovra del suocero e nello stesso tempo il segreto di una sua nuova iniziativa nel campo tessile. Lo precede nel tempo e se ne vale, rivelando abilit? non comuni. Nello stesso tempo il suocero fallisce. Il marito povero finge di aver trovato un umile impiego e mantiene cos? la famiglia, finch? riporta tutti nella ricca dimora abbandonata all?ora del fallimento, e la ditta col nome del suocero ma con la direzione del genero prende nuova vita.

giudizio_artistico: Passaggi rapidi, sintesi ingiustificate e digressioni inopportune inficiano il valore della pellicola che si riduce alla rappresentazione cinematografica di una storiella romantica dell?ottocento.

giudizio_morale: Il fine del film ? positivo poich? nella vicenda vi ? l?amore e la gerarchia nella famiglia, resistenza alle seduzioni Ma la inopportuna inserzione di ripetute scene sconvenienti impone le pi? ampie riserve per cui la visione del film ? consentita soltanto a persone di piena maturit? di giudizio. Ar

nazione: Italia

Ricerca Film - SerieTv
Ricerca Film - SerieTV