Achivio Storico

VIOLETTE NEI CAPELLI

Regia
Carlo Ludovico Bragaglia
Anno di uscita
1942

interpreti: Lilia Silvi (Carina), Irasema Dilian (Oliva), Carla del Poggio (Mirella), Roberto Villa (Giuliano), Carlo Campanini (Evaristo Pelliccioni), Enzo Biliotti (il professor Mattei), Emma Giglio (Alda), Loris Gizzi (suo padre), Ada Dondini (Amalia, attrice della compagnia filodrammatica), Steno (l?amico invadente di Alda), Aristide Baghetti (il ragionier Colucci), Carlo Minello, Gina Sammarco, Giuseppe Addobbati (il direttore d?orchestra), Sergio Landi (Giorgio), Pina Gallini (la sarta), Carlo Minello (un giovanotto invitato al ballo), Ambretta Glori (la piccola ballerina), Flora Torrigiani (una ballerina), Pietro Bigerna (un amico di Giuliano), Giulia Martinelli (l?amica di Alda nel palco), Michele Riccardini (l?amico tirchio di Giuliano al ristorante), Renata Gori e Liliana Farkas (compagne di danza di Oliva), Marino Girolami

genere: commedia

soggetto: dal romanzo omonimo di Luciana Peverelli

adattamento: : Alessandro De Stefani

sceneggiatura: Silvano Castellani, Alessandro De Stefani, Raffaello Matarazzo, Luciana Peverelli, Carlo Ludovico Bragaglia

fotografia: Giuseppe La Torre

scenografia: Piero Filippone

musica: Edgardo Carducci

montaggio: Ines Donarelli

produzione: Fonoroma / Lux Film

distribuzione: Lux Film

durata: 85?

tematiche: donna; amicizia; amore

trama: Carina, piccola commessa di sartoria, appassionata filodrammatica, si imbatte in due sorelle, Mirella e Oliva e le tre ragazze stringono un patto di mutua e perenne amicizia e di vita in comune. Poi il susseguirsi degli avvenimenti separa i loro destini; Mirella trova da impiegarsi in un collegio, Oliva diventa prima ballerina e una sua disgraziata passione ha conseguenze dolorose. Carina che si ? prodigata nell?aiutare le sue amiche ed ? stata la gaiezza della loro casa, riesce infine a sposare l?uomo che ama, dopo che un equivoco li aveva per qualche tempo separati.

giudizio_artistico: Rari spunti felici; frequenti lungaggini e luoghi comuni. Esteticamente mediocre.

giudizio_morale: La maternit? illegittima di una delle protagoniste, certi inopportuni esibizionismi e il tono frivolo di buona parte della vicenda, consigliano di limitare agli adulti la visione del film. Ci

nazione: Italia

Ricerca Film - SerieTv
Ricerca Film - SerieTV