AMORE, BUGIE & CALCETTO – L’ ABC della vita moderna

Valutazione
Accettabile, Problematico
Tematica
Aborto, Amicizia, Famiglia, Lavoro, Matrimonio - coppia
Genere
Commedia
Regia
Luca Lucini
Durata
115'
Anno di uscita
2008
Nazionalità
Italia
Distribuzione
Warner Bros Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Fabio Bonifacci Fabio Bonifacci, Luca Lucini
Musiche
Giuliano Taviani
Montaggio
Fabrizio Rossetti

Orig.: Italia (2007) - Sogg.: Fabio Bonifacci, Luca Lucini - Scenegg.: Fabio Bonifacci - Fotogr.(Panoramica/a colori): Manfredo Archinto - Mus.: Giuliano Taviani - Montagg.: Fabrizio Rossetti - Dur.: 115' - Produz.: Riccardo Tozzi, Giovanni Stabilini, Marco Chimenz per Cattleya.

Interpreti e ruoli

Claudio Bisio (Vittorio), Claudia Pandolfi (Silvia), Filippo Nigro (Lele), Andrea De Rosa (Piero), Chiara Mastalli (Viola), Giuseppe Battiston (Mina), Max Mazzotta (Venezia), Andrea Bosca (Adam), Angela Finocchiaro (Diana), Pietro Sermonti (Filippo), Marina Rocco (Martina)

Soggetto

Cinque amici (Vittorio, Lele, Filippo, il Venezia, e il Mina) si ritrovano ogni settimana per l'importante appuntamento della partita di calcetto. C'é un campionato da onorare, e le partire sono molto impegnative. Difficile giocare, lasciandosi alle spalle i problemi che ognuno di loro vive ogni giorno. Ma forse qualche spiraglio di ricomposizione si può trovare.

Valutazione Pastorale

La partita sul campo é il momento di sfida aperta a quei problemi che non ne vogliono sapere di andare a posto. E si parla di lavoro, di competizione professionale, di affetti, di relazione con gli altri: insomma la vita di ogni, così amara che alla fine bisogna riscoprirne il lato dolce, bello, accattivante. Già segnalatosi con il notevole "L'uomo perfetto", Lucini conferma di avere l'occhio giusto per girare un esempio di quella commedia agrodolce che non si nasconde niente e tuttavia non si rassegna al peggio, non fa della lamentela la propria ragione di esistenza, ha il coraggio di aprirsi ad altre soluzioni, di dire che certi valori non vanno dimenticati. Senza pedanteria né retorica. Una commedia allo stesso tempo ironica e brillante che scava nei vizi e nelle virtù di tanti personaggi esemplari, secondo la migliore tradizione italiana del 'genere'. Dal punto di vista pastorale, il film è da valutare come accettabile, e nell'insieme anche problematico.

Utilizzazione

Il film é da utilizzare in programmazione ordinaria, e da proporre in altre occasioni come spettacolo ben realizzato e coinvolgente. Qualche attenzione é da tenere per i più piccoli in vista di passaggi televisivi o di uso di VHS e DVD.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film