AUTOREVERSE

Valutazione
Inaccettabile, negativo
Tematica
Amicizia, Avidità, Denaro, Donna, Gangster
Genere
Noir
Regia
Cédric Klapisch
Durata
111'
Anno di uscita
2004
Nazionalità
Francia
Titolo Originale
Ni pour ni contre
Distribuzione
Medusa Film
Musiche
Loic Dury, Charlie O. Mathieu Dury
Montaggio
Yannick Kergoat

Orig.: Francia (2003) - Sogg. e scenegg.: Santiago Amigorena, Alexis Galmot, Cédric Klapisch - Fotogr.(Scope/a colori): Bruno Delbonnel - Mus.: Loic Dury, Charlie O. Mathieu Dury - Montagg.: Yannick Kergoat - Dur.: 111' - Produz.: Bac Films, M6 Films, TPS Cinéma, Vertigo, Ce qui me meut Motion Pictures - VIETATO AI MINORI DI 14 ANNI.

Interpreti e ruoli

Marie Gillain (Caty), Vincent Elbaz (Jean), Simon Abkarian (Lecarpe), Dimitri Storoge (Loulou), Zinedine Soualem (Mouss)

Soggetto

A Parigi Jean ama la bella vita e, per pagarsela, l'unico modo è mettere a segno qualche sostanziosa rapina. Caty invece fa il cameraman in un'agenzia giornalistica e non è per niente soddisfatta. In un bar Jean avvicina Caty e le dice di seguirlo: ha bisogno di lei per filmare la rapina che sta per compiere con i suoi tre amici, un venditore di kebab, un coreografo ridotto a lavorare in un locale notturno, un giovane senza futuro. Nel momento in cui accetta, Caty capisce di aver imboccato la strada 'cattiva', quella di cui in quel momento ha bisogno. Il colpo va a buon fine e la banda subito dopo si concede una vacanza. Quando i soldi stanno per finire, Jean informa gli altri di avere un nuovo progetto, ma stavolta veramente grosso, quello che potrebbe sistemarli per sempre. Si tratta di svaligiare la cassaforte di un deposito. In un primo momento la proposta mette paura e i tre si ritirano. Caty, rimasta sola, prova qualche rapina in proprio. Dopo qualche tempo, la voglia però ritorna e in breve il gruppo si ricompatta. Stavolta il ruolo di Caty è decisivo: deve sedurre e depistare il proprietario del deposito. Il piano comincia per il meglio. Fino a quando l'uomo sfugge al controllo di Caty che è costretta ad ucciderlo. I soldi sono stati presi ma suonano gli allarmi e i quattro cercano di scappare. Uno viene lasciato ferito all'ospedale. Arrivati a casa, mentre Jean esce per incontrare il basista del deposito, Caty vorrebbe andare via con la propria parte, ma Freddy, il venditore di kebab, si oppone. Caty allora lo uccide. Jean viene arrestato dalla polizia. Rimasta sola, Caty prende un aereo e arriva a Miami. Poco dopo le viene recapitato un divano: dentro ci sono tutti i soldi della rapina. Ora Caty può cominciare a pensare ad un nuovo futuro.

Valutazione Pastorale

Sotto il profilo narrativo non c'è dubbio che il racconto sia ben articolato: girato nell'ottica di una rivisitazione del genere 'gangster' in quella variante che prevede l'ultimo colpo prima del ravvedimento e che invece è l'ultimo prima dell'arresto. Il clima da 'noir' attraversa le incerte psicologie dei protagonisti di fronte ad una esplicita 'seduzione del male'. Tale seduzione diventa poi iniziazione per la giovane Caty che crede di trovare nell'"attività" di quel gruppo la soluzione alla noia della propria vita quotidiana. Succede però che certi approcci dialettici e quindi più sfaccettati alla decisione di darsi al crimine contenuti nella prima parte, in seguito vengono messi da parte per dare decisamente spazio alla rapina come unica soluzione, al denaro come unico scopo, e per fare questo prende il via anche una serie nutrita di omicidi. Se é vero che gli uomini in qualche modo risultano perdenti, Caty invece riesce a farla franca e a ritrovarsi sola, libera e ricca, dopo avere commesso a sangue freddo alcuni imprevisti delitti. Nello sguardo finale verso la m.d.p. Caty cerca la complicità dello spettatore: il delitto premia. Una conclusione del tutto da respingere per un film che, dal punto di vista pastorale, é da valutare come inaccettabile e nell'insieme negativo. UTILIZZAZIONE: é da evitare sia in programmazione ordinaria sia in altre circostanze. Pur essendoci il divieto ai minori di 14 anni, molta attenzione è da riservare per i minori in previsione di passaggi televisivi, o di uso di VHS e DVD.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film