BAD COMPANY

Valutazione
Inaccettabile, Negativo
Tematica
Genere
Film Noir
Regia
Damian Harris
Durata
105'
Anno di uscita
1995
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
BAD COMPANY
Distribuzione
Buena Vista International Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Ross Thomas
Musiche
Carter Burwell
Montaggio
Stuart Pappé

Sogg. e Scenegg.: Ross Thomas - Fotogr.: (scope/a colori) Jack N. Green - Mus.: Carter Burwell - Montagg.: Stuart Pappé - Dur.: 105' - Produz.: Amedeo Ursini, Jeffrey Chernov - Vietato ai minori degli anni quattordici

Interpreti e ruoli

Ellen Barkin (Margaret Wells), Laurence Fishburne (Nelson Crowe), Frank Langella (Vic Grimes), Michael Beach (Tod Stapp), David Ogden Stiers (Giudice Beach), Gia Carides (Julie Ames), Spalding Gray (Walter Curl), James Hong, Daniel Hugh Kelly

Soggetto

a Nelson Crowe, agente della CIA sospettato di truffa, viene offerta dal superiore diretto, Smitty, l'occasione di riscattarsi infiltrandosi nella Grimes Organization, una rete di spionaggio privata che estorce, truffa e uccide per conto di loschi individui del business internazionale. Crowe, assunto da Margaret Wells, viene incaricato da Vic Grimes, con l'aiuto di un altro ex agente e amico, Tod Stapp, di corrompere il giudice Beach della Corte Suprema. Costui ha contratto onerosi debiti presso un allibratore cinese, Birdsong, e Les, un amico biscazziere. Stapp scopre il doppio gioco dell'altro, obbligando Smitty ad inserirlo nell'operazione: Nelson e Tod rilevano i debiti del giudice facendogli firmare una ricevuta, controfirmata dalla giovane amante Julie Ames. Egli dovrà influenzare la Corte a favore di Walter Curl, il magnate che è in causa con la cittadina di Cross Creek che lo ha denunciato per aver provocato casi di leucemia infantile inquinando l'ambiente con le scorie della sua industria. Mentre Nelson e Margaret, divenuti amanti, complottano per eliminare Grimes, il giudice si suicida, dopo aver inviato Julie col denaro a Nassau. Margaret e Vic, tranquillizzato Curl, si recano per un week-end romantico in uno chalet, dove Crowe, d'accordo con Margaret, uccide l'uomo e malmena la donna fingendo una vendetta. Frattanto Crowe ha l'incarico da Curl di trovare Julie, l'unica testimone della corruzione di Beach, ma sarà costei a trovarlo, dopo aver comprato una pistola da Les. Margaret, che è stata incastrata da Smitty, che la ricatta con la corruzione di Beach e l'omicidio di Grimes, ha anch'essa l'ordine di uccidere Julie. Ma costei spara alla cieca, scatenando un fuoco incrociato che uccide i due amanti e complici. Poi invia alla Procura di Stato la registrazione, lasciata da Crowe, del complotto orchestrato dalla Cia al fine di incastrare Smitty.

Valutazione Pastorale

film noir dove donne amorali, assassini, bari, giudici corrotti, delitti e tradimenti vengono presentati con compiacimento. In questo marasma immorale e nauseabondo, paradossalmente l'unica persona "pulita" è l'amante del giudice, che contro ogni aspettativa lo amava non solo per i soldi. Disgustosi ed aberranti i caratteri sia dei banditi in doppiopetto, che ordiscono le poco edificanti trame col magnate corrotto, sia della perfida Margaret, una vera Salomè moderna, sia dei cinici e spietati Grimes e Crowe, una versione bianca e nera di due anime ugualmente scure e nebbiose, sia dei degni compari Stapp e Smitty, funzionari corrotti e corruttori. Un quadro talmente desolante e cinico da lasciare ben poco spazio all'idea che si voglia fare denuncia o indignare l'opinione pubblica.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film