BENVENUTI AL NORD

Valutazione
Consigliabile, Semplice
Tematica
Famiglia, Il comico, Lavoro
Genere
Commedia
Regia
Luca Miniero
Durata
110'
Anno di uscita
2012
Nazionalità
Italia
Distribuzione
Medusa Film
Musiche
Umberto Scipione
Montaggio
Valentina Mariani

Orig.: Italia (2011) - Sogg. e scenegg.: Luca Miniero, Fabio Bonifaci - Fotogr.(Scope/a colori): Paolo Carnera - Mus.: Umberto Scipione - Montagg.: Valentina Mariani - Dur.: 110' - Produz.: Riccardo Tozzi, Giovanni Stabilini, Marco Chimenz per Cattleya in collaborazione con Medusa Film.

Interpreti e ruoli

Claudio Bisio (Alberto Colombo), Alessandro Siani (Mattia Volpe), Angela Finocchiaro (Silvia/Erminia), Valentina Lodovini (Maria), Giacomo Rizzo (Costabile Grande), Nando Paone (Costabile Piccolo), Nunzia Schiano (sig.ra Volpe), Fulvio Falzarano (Mario), Paolo Rossi (Palmisan), Salvatore Misticone (Scapece), Ippolita Baldini (Dodi), Francesco Brandi (Sandrino), Teco Celio

Soggetto

A Castellabate Mattia e la moglie Maria sono in crisi. Così lui, dopo averlo minacciato per scherzo, si ritrova veramente trasferito in un ufficio postale di Milano. Qui riprende i contatti con l'amico Alberto, il quale, a sua volta, sta passando una fase difficile nel rapporto con Silvia. Le due coppie devono attraversare mille incomprensioni e mille equivoci prima di chiarire le cose e tornare a vivere felicemente insieme.

Valutazione Pastorale

Il punto di partenza di questo 'sequel' è quello di replicare, al contrario, molto di ciò che si è visto in "Benvenuti al sud". Alcune cose riescono, altre appaiono un po' forzate, altre ancora fanno ricorso a citazioni di illustri precedenti del cinema italiano. Il copione attinge a piene mani dal repertorio dei temi "di cui si parla" (sui giornali e in televisione) e procede nell'ottica di concludersi con un abbraccio/omaggio al 150° dell'unità d'Italia. Senza cattiveria e scansando la retorica, il racconto scorre piacevole, nella scia di quella commedia nazional popolare 'media', che è sempre stata il traliccio portante del nostro cinema. Dal punto di vista pastorale, il film è da valutare come consigliabile e certamente semplice.

Utilizzazione

Il film è da utilizzare in programmazione ordinaria e in seguito come prodotto di immediata e distensiva fruizione.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film - SerieTV